HITLER. Il cinema nazista e la propaganda razzista subdola e insidiosa

Hitler

Reading Time: 6 minutes Di Lucilla Continenza. Durante gli anni ’30 e fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, Hitler mette a punto il suo folle progetto di costruzione di un impero basato sul primato della razza ariana. Il Cinema che in Germania era stato caratterizzato dal nascere e l’affermarsi di diverse avanguardie, diventa quindi un mezzo potente sia esplicitamente, ma soprattutto implicitamente del nazismo.

STALIN. Il Cinema del Realismo Socialista degli anni ’30

Stalin

Reading Time: 5 minutes Di Lucilla Continenza. Stalin trasforma il suo potere in una vera e propria dittatura comunista consapevole che tra gli obiettivi principali dell’occidente imperialista e soprattutto nazista c’è proprio quello di sopprimere i valori del comunismo. A metà degli anni ’30 iniziano le purghe, con cui Stalin argina e elimina tutti i possibili contestatori al regime. Nasce il vero culto del dittatore comunista con tutti i mezzi di propaganda possibili. Di questi, il cinema è il più importante e innovativo. Non a caso la prima scuola del cinema al mondo nasce proprio in URSS in questi anni.