MONICA VITTI. La mattatrice nel deserto del disincanto

Monica Vitti

Reading Time: 8 minutes Di Lucilla Continenza e Judith Maffeis Sala. MONICA VITTI (Maria Luisa Ceciarelli) è tra le più eclettiche, poliedriche e profonde artiste del cinema italiano. Romana di nascita (Roma, 3 novembre 1931), con padre romano e madre bolognese. La ricordiamo come musa”dell’inconsapevolezza” di Michelangelo Antonioni. Al grande pubblico è soprattutto nota come la più grande mattatrice della commedia all’italiana. Commedia che con ironia descriveva in modo dissacrante il nostro essere comunità italiana.

UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO. Dapporto ribelle allo Stato inefficiente

Un borghese piccolo piccolo

Reading Time: 4 minutes Di Lucilla Continenza. UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO, con Massimo Dapporto, ha fatto tappa al Teatro Manzoni di Monza, nella ricca stagione la Grande Prosa. Dapporto si è messo alla prova con un difficile e complesso classico del cinema firmato da Mario Monicelli e interpretato da un drammatico e commovente Alberto Sordi, nel 1977. È un cult della cinematografia, ma anche della letteratura. Sia il film che lo spettacolo sono infatti tratti da un classico di Vincenzo Cerami, Oscar per La vita è bella. La trasposizione teatrale e la regia sono firmate da Fabrizio Coniglio . Sul Palco con Dapporto recitano Susanna Marcomeni, Roberto D’Alessandro, Matteo Francomano e Federico Rubino. Le musiche originali sono di Nicola Piovani, i costumi di Sandra Cardini, mentre le scene di Gaspare De Pascali.

LAURA ANTONELLI. Storia di un bellissimo cigno nero sfortunato

Laura Antonelli

Reading Time: 6 minutes Di Lucilla Continenza e Judith Maffeis Sala. LAURA ANTONELLI. Parliamo di un cigno nero e sfortunato del cinema italiano. fino al grande successo nel cinema e al declino degli ultimi anni.Laura Antonelli è lo pseudonimo di Laura Antonaz (1941-2015). Nasce a Pola, città istriana all’epoca italiana. Profuga durante l’esodo istriano per la sconfitta italiana nella seconda guerra mondiale, si trasferisce con la famiglia a Napoli, dove frequenta la scuola e si diploma. Trasferitasi poi a Roma, diventa insegnante di educazione fisica e, per la sua bellezza, viene chiamata a girare spot pubblicitari e fotografata per fotoromanzi,

CLAUDIA CARDINALE. Lo sguardo intenso e selvaggio del Cinema

Reading Time: 9 minutes Di Lucilla Continenza e Judith Maffeis Sala.CLAUDIA CARDINALE è una bellezza solare, selvaggia, ruvida e calda. Ha lavorato con grandi registi del cinema nazionale e internazionale: Mauro Bolognini, Damiano Damiani, Federico Fellini, Pietro Germi, Sergio Leone, Luchino Visconti, Valerio Zurlini, Luigi Comencini e tanti altri. È stata icona della bellezza italiana, dallo sguardo tenebroso e penetrante e le forme morbide, dotata di una voce roca che al cinema le ha dato una marcia in più.È un’attrice di talento naturale, a cui basta un semplice sguardo per bucare lo schermo. Cardinale è l’interprete del valzer più famoso della storia del cinema, quello del capolavoro di Visconti: il Gattopardo, girato accanto a Alain Delon e Burt Lancaster. Tanti i premi vinti, difficile elencarli tutti.

SILVANA PAMPANINI. La bellissima Ninì Pampan del cinema italiano

Silvana Pampani

Reading Time: 6 minutes Di Lucilla Continenza e Judith Maffeis Sala. SILVANA PAMPANINI (la musa che per anni è stata ritenuta ispiratrice di Malafemmina di Totò). Bruna, di vistosa bellezza, con ammalianti occhi verdi, fotogenica, esuberante, sensuale, eppure mai volgare sullo schermo, Silvana Pampanini può essere definita un fenomeno di costume dell’Italia del dopoguerra.

LEA MASSARI: incantevole e raffinata attrice romana

Lea Massari

Reading Time: 7 minutes Di Lucilla Continenza e Judith Maffeis Sala. LEA MASSARI, nome d’arte di Anna Maria Massatani, (Roma 1933), è considerata l’attrice più raffinata, passionale, malinconica degli anni ’60/’70. È stata scelta da grandi registi del cinema italiano e internazionale: Mario Monicelli, Michelangelo Antonioni, Dino Risi e Sergio Leone e dai francesi Louis Malle e René Clément. Indimenticabile è ancora la sua Anna Karenina, trasmessa dalla RAI, nel 1974.