Al via la 22ma edizione del Trieste Science+Fiction Festival

Al via la 22ma edizione del Trieste Science+Fiction Festival
Reading Time: 3 minutes

Dal 1 al 6 novembre il grande cinema di fantascienza torna a Trieste: la 22° edizione del Trieste Science+Fiction Festival porta sul grande schermo le migliori produzioni di genere fantastico, con oltre 50 anteprime cinematografiche mondiali, internazionali e nazionali e tre concorsi alla presenza di registi, attori e autori da tutto il mondo.

Tra gli ospiti più attesi Neil Marshall, acclamato regista di film come “Dog Soldiers”, “The Descent – Discesa nelle tenebre” e della serie tv “Il Trono di Spade”, a cui verrà assegnato il prestigioso Premio Asteroide alla carriera in occasione dell’anteprima nazionale del suo ultimo film “The Lair”, un horror dalle tinte sci-fi da lui stesso definito come “La Cosa che incontra Quella sporca dozzina”, che verrà proiettato venerdì 4 novembre alle ore 20.00 presso il Politeama Rossetti. Il cineasta sarà anche protagonista di una masterclass dedicata al suo film d’esordio “Dog Soldiers”, che si svolgerà sabato 5 novembre alle ore 16,00 presso il Teatro Miela.

In occasione del festival torna anche il Fantastic Film Forum, una serie di eventi dedicati agli operatori professionali del cinema e dell’audiovisivo. Da non perdere i talk di Mondofuturo, il ciclo di incontri per dialogare con i divulgatori e comunicatori della scienza sul mondo di domani che si svolgeranno dal vivo presso il DoubleTree by Hilton Trieste con proiezioni dei documentari nel pomeriggio al Teatro Miela. In programma anche mostre, workshop, e iniziative per tutta la famiglia per un indimenticabile viaggio ai confini del Multiverso per gli appassionati della fantascienza di ogni età. Il festival ospiterà anche la nuova edizione di IVIPRO DAYS 2022, l’appuntamento annuale dedicato al videogioco come risorsa per raccontare il territorio e il patrimonio culturale, che si svolgerà nell’ambito del Trieste Science+Fiction l’1 e 2 novembre.

“L’edizione 2022 prevede un ricco programma di fantasy cosmico, che rappresenta un autentico ‘Back to the Superfutures’ – ha dichiarato Alan Jones, direttore artistico della manifestazione –  “Quella che già era un’esauriente istantanea del genere fantastico si arricchisce di nuove anteprime, che proiettano il Trieste Science+Fiction Festival sulla scena mondiale, con opere di fantascienza di grande attualità. Questo era il mio obiettivo quando ho assunto la prestigiosa posizione di direttore artistico: riportare la fantascienza epica, spettacolare, suggestiva e stimolante all’interno del Festival triestino. Come tutti sappiamo, la fantascienza è il genere ideale per diffondere nuove idee e analizzare la società. Grazie alla creazione di mondi molto diversi, la nascita di nuove specie, la costruzione di architetture futuristiche e l’esplorazione di una miriade di neo culture, le nostre menti si espandono rendendo così possibile l’impossibile, attraverso la discussione di tematiche profondamente umane e che ci stanno a cuore. Invito tutti a partecipare al Trieste Science+Fiction Festival nel suo nuovo grande viaggio alla scoperta dei limiti estremi del multiverso, dove i ‘Superfutures’ saranno la vostra storia”.

Tra i nuovi film che vedremo sul grande schermo del Trieste Science+Fiction in anteprima nazionale, The Breach” (Canada, 2022) diretto da Rodrigo Gudiño e prodotto dal musicista Slash, leggendario chitarrista dei Guns N’ Roses, con al centro della storia il misterioso caso di un corpo mutilato finito sulle rive del fiume Porcupine. 

Tantissime le proposte che arrivano dall’Oriente, tra cui l’anteprima di “Warriors of Future” (Hong Kong, 2022) di Yuen Fai Ng, uno spettacolare action fantascientifico ambientato nell’anno 2055, quando un meteorite porta sulla Terra una forma di vita vegetale aliena che si abbatte sul pianeta distruggendo ogni cosa incroci sul suo cammino.

Sempre in anteprima italiana sarà anche “Alienoid” (Corea del Sud, 2022) di Choi Dong-hoon, distribuito in Italia da Minerva Pictures: un film d’azione sudcoreano con alieni, arti marziali, viaggi nel tempo e un budget da vero e proprio blockbuster, con al centro la vicenda di due guru della dinastia Goryeo (918-1392) alla ricerca di una leggendaria lama che piega il tempo. Arriva in anteprima italiana dalla Cina “Annular eclipse” (Cina, 2021) di Chi Zhang, un’oscura opera sci-fi dall’estetica Cyberpunk che ci trascinerà in una storia di giochi di potere, intrighi e manipolazione informatica  

Torna a Trieste anche il cinema del visionario regista Quentin Dupieux con l’anteprima di “Incredible But True” (Francia/Belgio, 2022), una bizzarra commedia fantasy in cui una coppia appena trasferitasi in una nuova casa si accorge che nel seminterrato c’è qualcosa che potrebbe cambiare per sempre le loro vite, che verrà proiettato come film di chiusura. 

In anteprima anche il disaster movie “The Impact” (Inghilterra, 2022) di Chris Jones in cui rimangono appena 97 minuti prima che la Terra venga distrutta da un gigantesco asteroide: cosa faresti nel poco tempo rimasto? Ancora in anteprima italiana sarà invece “The Deal” (Stati Uniti, 2022) di Orsi Nagypál, una storia distopica in cui una madre lotta per salvare la vita della figlia malata dopo che una pandemia senza precedenti ha devastato il pianeta, lasciando risorse così scarse che devi pagarle con la tua vita.

Sempre in anteprima nazionale anche “To Exist” (Argentina, 2021) di Gabriel Grieco, incontri ravvicinati del tipo argentino in una missione nella valle di Cachi, famosa per i suoi avvistamenti UFO. Arriva sempre dall’Argentina in anteprima italiana “Pussycake” (Argentina, 2022) di Pablo Parés, in cui la band rock tutta al femminile Pussycake si ritrova a combattere contro mostri interdimensionali oltre la nostra realtà.

Presentazione

www.sciencefictionfestival.org

www.ildogville.it

ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *