Bottega Donizetti
Reading Time: 2 minutes


Cinque allievi effettivi e due uditori: questo il risultato emerso dal bando e dalle selezioni per la “Bottega Donizetti”, laboratorio di perfezionamento per giovani cantanti affidato al basso Alex Esposito, la cui seconda edizione si terrà a Bergamo dal 20 agosto al 2 settembre e poi durante il periodo di produzione (fra ottobre e novembre) del melodramma giocoso L’aio nell’imbarazzo, uno dei titoli del festival Donizetti Opera 2022 del quale gli allievi saranno interpreti.
 
I giovanissimi selezionati sono: il soprano Marilena Ruta (Avellino 1996), il tenore Lorenzo Martelli (Avezzano 1998), il tenore Francesco Lucii (Empoli 1996), il mezzosoprano Caterina Dellaere (Conversano 1997) e il basso-baritono Lorenzo Liberali (Voghera 1994). Uditori saranno Gabriele Valsecchi (Bergamo 1998) e Alessio Fortune Ajiugwo (Poggibonsi 2001). La commissione esaminatrice era composta dal curatore della Bottega Donizetti Alex Esposito, dal direttore artistico del festival Donizetti Opera Francesco Micheli (in remoto), dal direttore d’orchestra dell’Aio nell’imbarazzo Vincenzo Milletarì, dal soprano Carmela Remigio, dal maestro collaboratore Giulio Zappa e dal segretario artistico del festival Paolo Cascio.
 
Al bando avevano risposto 135 giovani cantanti nati a partire dal 1990 e per l’audizione ne erano stati quindi selezionati 34, fra i quali appunto i prescelti per i seguenti ruoli dell’Aio nell’imbarazzo: Madama Gilda Talemanni (Marilena Ruta), il Marchese Enrico (Lorenzo Martelli), il Marchese Pippetto (Francesco Lucii), Leonarda (Caterina Dellaere), Simone (Lorenzo Liberali).
Oltre alla scrittura per la nuova produzione operistica, gli allievi selezionati riceveranno una borsa di studio di duemila euro ciascuno per sostenere le spese di viaggio, vitto e alloggio grazie anche al sostegno per il secondo anno consecutivo dei Rotary Club Orobici.

Frequentando la “Bottega Donizetti”, patrocinata dal Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, gli allievi potranno approfondire le tematiche vocali e drammaturgiche connesse alla produzione operistica donizettiana. Ai giovani cantanti sarà offerta l’opportunità di consolidare e perfezionare i diversi aspetti legati al repertorio belcantistico, con particolare riferimento alla lezione di Donizetti che esigeva dai suoi interpreti elevate capacità tanto vocali quanto teatrali. Avendo poi come oggetto la messa in scena dell’opera L’aio nell’imbarazzo, il laboratorio offrirà agli allievi la possibilità di confrontarsi con il palcoscenico

Fra i docenti, oltre ad Alex Esposito e Francesco Micheli (direttore artistico del festival Donizetti Opera), anche Riccardo Frizza (direttore musicale del festival Donizetti Opera), Paolo Fabbri (direttore scientifico del festival Donizetti Opera), il soprano Carmela Remigio e il baritono Alessandro Corbelli, il direttore d’orchestra Vincenzo Milletarì, il maestro collaboratore Giulio Zappa, il coreografo e trainer Mattia Agatiello, il foniatra Nico Paolo Paolillo e il direttore della Deutsche Oper Berlin Christoph Seuferle.

Presentazione

www.teatrodonizetti.it

www.ildogville.it

Un pensiero su “Selezionati i nuovi allievi della Bottega Donizetti 2022”
  1. spettacolo inaugurale del festival 2021 cui hanno partecipato i sei allievi, selezionati su oltre 200 domande pervenute da tutto il mondo. La partecipazione alla “Bottega Donizetti” e totalmente gratuita e si possono candidare i nati a partire dal 1° gennaio 1990. La domanda va presentata entro le ore 12 di giovedi 31 marzo 2022; dopo una pre-selezione dei materiali inviati con la domanda di ammissione, il 12 giugno a Bergamo avranno luogo le audizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.