Davide Enia
Reading Time: 2 minutes

Il 27 e 28 maggio, alla Casa della Carità di Milano, torna in scena L’abisso, scritto, diretto e interpretato da Davide Enia: un racconto urgente, profondo, attuale per affrontare l’indicibile tragedia contemporanea degli sbarchi sulle coste del Mediterraneo. Enia mette in scena l’epopea di eroi odierni, tra vita e morte, che diventa metafora di un naufragio individuale e collettivo.

«Quando ho visto il primo sbarco a Lampedusa ero con mio padrescrive Davide Enia, drammaturgo, interprete e regista dello spettacolo tratto dal suo romanzo Appunti per un naufragio (Premio Mondello 2018) –. Approdarono tantissimi ragazzi e bambine. Era la Storia quella che stava accadendo davanti ai nostri occhi. Nell’arco degli anni sono tornato sull’isola, costruendo un dialogo continuo con i testimoni diretti: pescatori, personale della Guardia Costiera, residenti, medici, volontari e sommozzatori». Le loro parole e, soprattutto, i loro silenzi sono diventati un racconto, testimonianza storica e percorso esistenziale: «Dalla registrazione delle loro vocicontinua Eniasono emersi frammenti di storie dolorosissime eppure cariche di speranza. Le loro parole aprivano prospettive e celavano abissi».

La messa in scena di Davide Enia fonde diversi registri e linguaggi teatrali: gli antichi canti dei pescatori, intonati lungo le rotte tra Sicilia e Africa, e il cunto palermitano, sulle melodie a più voci che si intrecciano fino a diventare preghiere cariche di rabbia quando il mare ruggisce e nelle reti, assieme al pescato, si ritrovano i cadaveri di uomini, donne, bambini.

Davide Enia (Palermo, 1974) è un regista, drammaturgo, attore e scrittore. Ha vinto alcuni tra i più importanti premi nazionali e internazionali (Premio Ubu, Premio Tondelli, Premio Le Maschere del Teatro, Premio Mondello, Prix du Premier Roman Etranger e Prix Brignoles in Francia). I suoi lavori teatrali sono Italia – Brasile 3 a 2 (2002), maggio ’43 (2004), L’abisso (2018). È autore dei romanzi Così in terra (2012) e Appunti per un naufragio (2017). Dal 2022 è artista residente al Piccolo Teatro di Milano.

Presentazione

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.