Acquaprofonda
Reading Time: 2 minutes

Venerdì 6 maggio 2022 presso il Teatro Carcano andrà in scena Acquaprofonda, un’opera contemporanea per ragazzi e famiglie che ritrae in modo unico uno dei temi più rilevanti del nostro tempo: l’inquinamento delle acque. Questo progetto rientra in Opera Domani, il format di opera lirica partecipativa ideato da AsLiCo a partire dall’importanza che le esperienze culturali hanno sui ragazzi durante i loro anni di sviluppo e dalla convinzione che un pubblico ben informato si traduca in cittadini ben informati.

L’oceano, quel grande specchio d’acqua che copre il 70% del nostro pianeta e elemento vitale per la vita, è in grave pericolo. La quantità di particelle di microplastica che contaminano i nostri oceani ha raggiunto livelli pericolosi, mettendo in pericolo il nostro ecosistema e la vita stessa. Se dovessimo filtrare tutta l’acqua dal mare, saremmo inorriditi dal risultato: 46.000 particelle per chilometro quadrato.

Questo fenomeno è in corso e cresce di giorno in giorno e colpisce tutto e tutti (anche il nostro Mar Mediterraneo). Negli ultimi dieci anni, i media e persino i movimenti artistici, hanno affrontato la questione del cambiamento climatico e dell’inquinamento delle acque. Tuttavia, nessuna opera musicale contemporanea è ancora stata prodotta come mezzo per generare consapevolezza in materia di cambiamenti climatici.

Da qui è partita l’idea di Opera Education, piattaforma italiana che dal 1996 promuove la passione per l’opera lirica nei giovani come strumento per la formazione dei cittadini del futuro, di commissionare un nuovo lavoro dedicato a questa tematica civica, per informare e sensibilizzare il pubblico di domani.

Il progetto, ideato e realizzato da AsLiCo, istituzione culturale fondata nel 1949 e riconosciuta a livello nazionale e internazionale per l’alta qualità nella produzione lirica e per la vocazione al sostegno di giovani talenti, rientra nell’ambito di Opera Domani, il format di opera lirica partecipativa creato da AsLiCo.

Lo spettacolo, che prevede in scena cantanti lirici e un’orchestra dal vivo, verrà preceduto da un percorso di formazione per gli insegnanti riconosciuto dal MIUR per approfondire non solo la didattica dell’opera, ma anche il tema ambientale, trattato da un punto di vista scientifico.

Dalle note di regia di Luis Ernesto Doñas

Una spiaggia, un’umile casetta, un’imponente fabbrica: la quotidianità della vita della nostra paladina Serena, di suo padre, il Guardiano, e di Padron Bu, il proprietario della fabbrica, viene sconvolta dall’arrivo di una gigantesca creatura marina. Grazie all’aiuto del Vecchio Marinaio, Serena saprà convincere il padre ad agire correttamente, e aiuterà la balena a liberarsi dalla tanta plastica nella pancia, rimettendo a Padron Bu i rifiuti inquinanti della sua attività.

Presentazione

www.teatrocarcano.com

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.