Al Martinitt di Milano Arianna Porcelli Safonov con Fiabafobia

Al Martinitt di Milano Arianna Porcelli Safonov con Fiabafobia
Reading Time: 2 minutes

Il 7 aprile Arianna Porcelli Safonov sarà in scena al Martinitt di Milano con FIABAFOBIA, per chi non ha paura di ridere e di pensare…

Il prossimo comic show in locandina al Martinitt ha il volto di una donna. Un po’ di humor rosa per dare il benvenuto alla primavera… Dimenticatevi però toni dolci e melenso romanticismo: qui si fa sul serio. Di fiabesco c’è solo il titolo, anzi mezzo titolo. Perché sui timori e le fissazioni di ognuno di noi –da quelle “imposte” a quelle istintive- c’è poco, anzi no, tantissimo da ridere.

Arianna Porcelli Safonov nel 2010 stravolge la propria biografia, già ricchissima di esperienze in giro per il mondo, per dedicarsi full-time alla scrittura umoristica, che si traducono in collaborazioni con il teatro, il blog di Madame Pipì, libri e i progetti di satira. Di sé dice: “Siccome fabbricare bombe è proibito, scrivo”.

Ma chi ha il dono della parola, soprattutto se sibila come una freccia appuntita e avvelenata, non può limitarsi a fissarla sulla carta o sulla tastiera. In televisione, su LaEffe, ha infatti spopolato il suo “Scappo dalla città”, viaggio in Italia per raccontare le storie tragicomiche di giovani che, come lei, hanno lasciato la metropoli per vivere e lavorare rural. Il fatto che nel 2016 abbia pubblicato il libro Fottuta Campagna la dice lunga, eppure la Safonov per vivere ha scelto l’Oltrepò Pavese. In città, anzi nelle città, comunque ci torna puntualmente, per accendere con la sua ironia il pubblico live. Dopo aver intrattenuto quello dell’Arena Milano Est la scorsa estate, eccola tornare da noi con uno spettacolo indoor. Con l’eleganza e la pacatezza (solo apparente) che la contraddistinguono, questa volta ci propone:

ARIANNA PORCELLI SAFONOV – FIABAFOBIA

La risata è il linguaggio perfetto per entrare dentro a uno degli argomenti più attuali e impegnativi. Siamo passati dal “Non abbiate paura” di Giovanni Paolo II al “Restate a casa” di Conte e Draghi in un batter d’occhio. Dai tempi dell’Uomo Nero, ogni anno viene prodotto un nuovo spauracchio che ce la faccia fare sotto. Quando ero piccola si doveva aver paura dei marocchini, poi ci sono stati la Mucca Pazza, l’arsenico nell’acqua e i testimoni di Geova… Ma noi non ci accontentiamo delle paurose proposte sociali. Vogliamo di più! E grazie anche al clima di terrore mondiale, ci spertichiamo in fobie personalizzate: dai serpenti, ai ragni, all’aereo, alle malattie veneree… tutto giustificato con “Scusa, è che c’ho la fobia!”

Fiaba-fobia è una collana di racconti che indaga sulle fobie che accompagnano la nostra persona, a volte per tutta la vita, a volte più dei parenti. Fiaba-fobia è stata scritta per ridere e per pensare. Sperando che non ci sia nessuno che abbia paura di ridere di pensare.

Presentazione

www.teatromartinitt.it

www.ildogville.it

ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *