Chi ha paura di Virginia Woolf di Latella, allo Strehler di Milano

Chi ha paura di Virginia Woolf di Latella, allo Strehler di Milano
Reading Time: < 1 minute

Antonio Latella dirige Chi ha paura di Virginia Woolf di Edward Albee, proposto in una nuova traduzione di Monica Capuani. Dal 15 al 27 marzo, al Teatro Strehler di Milano, un cast straordinario – Sonia Bergamasco, Vinicio Marchioni, Ludovico Fededegni, Paola Giannini – interpreta un testo realistico e potente, la storia di un amore disperato e violentissimo che precipita in un vorticoso gioco al massacro. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria, ha le scene di Annelisa Zaccheria, i costumi di Graziella Pepe, musiche e suono Franco Visioli, luci Simone De Angelis.

Who’s afraid of Virginia Woolf? è la più conosciuta tra le opere di Edward Albee, quella che lo traghettò da Off-Broadway a Broadway, dove debuttò nel 1962, consacrandolo a un successo mondiale. Quattro anni più tardi ne fu tratto il celebre film, diretto da Mike Nichols e interpretato da Richard Burton ed Elizabeth Taylor.

Divisa in tre atti, l’opera si svolge tutta nella casa di Martha e George; lei figlia del rettore di un college in cui suo marito è professore di storia. I due rientrano dopo una serata organizzata dal padre di Martha, ma all’insaputa di George, Martha ha invitato per un ultimo drink una giovane coppia: il nuovo professore di biologia, Nick, e sua moglie, Honey.

Il bicchiere della staffa si protrarrà per tutta la notte, tra aggressioni verbali, giochi, rappresaglie, racconti reali o inventati di storie del passato, e sotterranei tentativi – che a turno tutti e quattro sperimenteranno, con diversi gradi di consapevolezza – di distruggere la maschera della perfetta famiglia americana.

Avvalendosi di una nuova traduzione firmata da Monica Capuani, Antonio Latella si confronta con il capolavoro di Edward Albee, dirigendo un cast straordinario – Sonia Bergamasco, Vinicio Marchioni, Ludovico Fededegni, Paola Giannini – in un raffinato e crudele “gioco di società”.

Presentazione

www.piccoloteatro.org/it/

www.ildogville.it

ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.