Belfast, l’atteso film di Kenneth Branagh in sala dal 24 febbraio

Belfast, l’atteso film di Kenneth Branagh in sala dal 24 febbraio
Reading Time: 2 minutes

Belfast, scritto e diretto dall’attore, regista e sceneggiatore nordirlandese Kenneth Branagh, distribuito dalla Universal Pictures, è nelle sale italiane dal 24 febbraio 2022. Si tratta di un’opera semi-biografica in bianco e nero della durata di 97 minuti che narra l’infanzia del regista Branagh.

Kenneth Branagh afferma: <La compassione è stata l’elemento fondante per ritornare a esplorare una situazione tanto complicata, l’inizio di avvenimenti sociali e politici opprimenti che avrebbero portato 30 anni traumatici in Nord Irlanda. Lo sguardo di un bambino di nove anni mi è sembrato il più umano e empatico per raccontare una famiglia in cui molti possono rivedersi, nel non essere preparati ad affrontare stravolgimenti come quelli.>

Belfast è ambientato negli anni ’60 durante l’inizio dei Troubles, ovvero il conflitto nordirlandese. Il film racconta la storia di Buddy (Jude Hill), un ragazzino di nove anni, che vive a Belfast, capitale dell’Irlanda del Nord, con i genitori (Jamie Dornan e Caitriona Balfe), suo fratello e i suoi nonni (Judi Dench e Ciarán Hinds), due arzilli anziani. La sua famiglia appartiene alla working class e per questo si ritroverà inevitabilmente coinvolta nei tumulti della guerra civile…

Nelle scene del film i ricordi sono in bianco e nero, mentre le esperienze al cinema o a teatro sono a colori. Sono tappe fondamentali nella crescita non solo fisica ma anche culturale di Buddy, che tra una molotov e una vetrina sfasciata, rimane presissimo a guardare in tv Mezzogiorno di fuoco e stringe tra mani il fumetto di Thor.

Belfast è stato presentato al Telluride Film Festival, è vincitore del People’s Choice Award al Toronto Film Festival ed ha ricevuto sette nomination all’Oscar 2022: miglior film, sceneggiatura originale, attore non protagonista (Ciaràn Hinds, il nonno), attrice non protagonista (Judi Dench, la nonna), suono, regia e canzone originale. Kenneth Branagh risulta ora il primo artista ad aver ricevuto nella sua carriera ben sette nomination diverse.

L’attrice irlandese Caitriona Balfe interpreta Ma’, la madre di Buddy, ruolo che le ha fruttato due candidature agli Screen Actors Guild Awards e al Critcs Choice Awards e una candidatura al Premio BAFTA e al Golden Globe nella sezione miglior attrice non protagonista in film drammatico. Jamie Dornan, nel ruolo di Pa’, il padre di Buddy, ha ricevuto la sua prima candidatura al Critics Choice Award e al Golden Globe nella sezione migliore attore non protagonista.

Belfast è un film che commuove per la bellezza dell’immagine, la scrittura, l’ottima interpretazione del cast, soprattutto quella del piccolo Jude Hill, nel ruolo di Buddy che ama il cinema sul grande schermo. Buddy rimane incantato in sala, insieme a tutta la famiglia, guardando il film Un milione di anni fa e gli effetti speciali di Mary Poppins e vuole commentare le scene anche quando sono a casa.

Keneth Branagh dedica il suo Belfast a <quelli che sono rimasti, quelli che sono partiti e quelli che si sono persi> Quella di Branagh è una dichiarazione d’amore verso la sua città natia, che considera un posto d’amore eterno e soprattutto verso la sua famiglia e verso la sua stessa identità. Per Ciaran Hinds, <Branagh ha infuso tutta la sua arte e anima nella sceneggiatura di Belfast, nutrendola di memorie e verità. Questo ci ha permesso di scivolare molto dolcemente in un altro mondo e un altro tempo.>

Di Lucrezia Palma

www.ildogville.it

ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *