È stata la mano di Dio. Sorrentino nella cinquina degli Oscar – miglior film straniero

È stata la mano di Dio. Sorrentino nella cinquina degli Oscar – miglior film straniero
Reading Time: 2 minutes

Paolo Sorrentino ha ricevuto la nomination agli Oscar 2022 come miglior film straniero per il film E’ stata la mano di Dio e si dichiara felicissimo: < E’ un motivo di commozione, perché è un riconoscimento prestigioso ai temi del film, che sono le cose in cui credo: l’ironia, la libertà, la tolleranza, il dolore, la spensieratezza, la volontà, il futuro, Napoli e mia madre. Per arrivare fin qui, c’è stato bisogno di un enorme lavoro di squadra. Dunque, devo ringraziare Netflix, Fremantle, The Apartment, gli attori straordinari e una troupe indimenticabile. E poi i miei figli e mia moglie, che mi amano nel più bello dei modi: senza mai prendermi sul serio.>

Dopo una grande attesa, E’ stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino è candidato agli Oscar nella cinquina della categoria miglior film internazionale. L’ultima volta che una pellicola italiana era riuscita nell’impresa era il 2014 con La grande bellezza, sempre del regista napoletano, che poi aveva vinto la prestigiosa statuetta.

Robert De Niro su Deadline ha dedicato un’intensa lettera a Paolo Sorrentino.

Nella lettera De Niro spiega: < Il co-protagonista più importante di Fabietto non è un membro del meraviglioso cast bensì la città stessa. L’amore di Sorrentino per Napoli si condivide da subito nelle prime inquadrature bellissime di un avvicinamento aereo alla città dal Golfo di Napoli. Amore che si vede nel suo affetto per la varietà dei personaggi della storia: eccentrici, spesso molto divertenti, ‘larger than life’, appassionati, pieni di gioia e speranza. Sono stato a Napoli solo poche volte, ma per me questo film è decisamente napoletano nel modo in cui molti dei film di Martin Scorsese (‘Wolf of Wall Street’, ‘Al di là della vita’, ‘Mean Streets’, ‘Taxi Driver’, ecc.) come molti altri film di Woody Allen (‘Annie Hall’, ‘Broadway Danny Rose’, ‘Manhattan’, ecc.) sembrano essenzialmente New York City. Napoli per molti versi mi ricorda la New York italo-americana che amo. La posizione dell’Italia meridionale serve bene la narrazione di Sorrentino. Lui dice: ‘La realtà è solo il punto di partenza per una storia. Deve essere reinventata. Qui a Napoli abbiamo un modo divertente di reinventare i ricordi>.

La cerimonia di premiazione della 94esima edizione degli Academy Awards si terrà nella notte tra il 27 e il 28 marzo al Dolby Theatre di Hollywood, a Los Angeles in California. Le candidature, annunciate da Tracee Ellis Ross e Leslie Jordan, riguardano 23 categorie. Il film con 12 nomination è il Potere del cane, disponibile su Netflix, e ne hanno ricevute molte anche Dune, West Side Story, Belfast King Richard.

Il film giapponese Drive My Car è stato candidato in quattro categorie (miglior film, miglior film internazionale, miglior regia e miglior sceneggiatura non originale), il film danese Flee è candidato come miglior film internazionale, miglior documentario e miglior film d’animazione, e tra gli altri ha ricevuto una nomination anche Beyonce, per la canzone Be Alive, che accompagna i titoli di coda di King Richard.

Gli Oscar vengono assegnati dalla Academy of Motion Picture Arts and Sciences, che esiste dal 1927 e ha più di diecimila membri, tutti professionisti che hanno in qualche modo a che fare con il mondo del cinema. Nella maggior parte delle categorie a scegliere quali film o quali persone candidare sono solo gli esperti in quelle determinate categorie (i registi scelgono i registi, i montatori scelgono i montatori, e così via). I candidati al miglior film sono dieci, per tutte le altre categorie le nomination sono invece cinque.

Di Lucrezia Palma

www.ildogville.it

ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *