Charles Chaplin, il genio della libertà: rassegna di Cineteca Milano

Charles Chaplin, il genio della libertà: rassegna di Cineteca Milano
Reading Time: 2 minutes

Dal 22 febbraio 2022 presso Cineteca Milano MIC si terrà Charles Chaplin, il genio della libertà, una corposa rassegna dedicata a una vera e propria icona del cinema in bianco e nero, maestro del cinema internazionale, che propone, oltre ai film, l’anteprima di un documentario e un evento davvero speciale e imperdibile.

E’ proprio l’anteprima per Milano del documentario Charles Chaplin, le génie de la liberté, presentato al Festival del Cinema Ritrovato di Bologna, l’occasione ideale per dedicare una retrospettiva a Sir Charles Chaplin. I due autori del documentario, François Aymé e Yves Jeuland – cosceneggiatore e regista –, avevano già proposto un film dello stesso tipo, Un Français nommé Gabin (2016), proiettato sempre al MIC nel mese di novembre 2021, che era riuscito a offrire una nuova prospettiva sul mito del cinema francese, in particolare grazie a molti documenti privati, sconosciuti o inediti, messi a disposizione dalla famiglia dell’attore.

Anche la famiglia Chaplin, che gestisce la maggior parte dei diritti dell’illustre Charles (Charlie) Chaplin (1889-1977), ha fornito per questo documentario molteplici film privati e assolutamente inediti. Aymé e Jeuland, infatti, non si affidano a testimoni o specialisti, ma preferiscono offrire un’infilata di materiali d’archivio commentati dalla voce fuori campo di Mathieu Amalric.

Charlie Chaplin, le génie de la liberté ha dunque la forma di un racconto biografico che segue un andamento cronologico, ma l’intreccio e l’assemblaggio degli estratti filmati, l’accompagnamento musicale – si tratta in gran parte di brani di Charlie Chaplin, che era anche musicista e compositore –, la qualità del testo e delle analisi concorrono a un risultato di rara fluidità.

A corollario del documentario, proponiamo i lungometraggi in edizione restaurata realizzati da Chaplin e che hanno segnato la storia del cinema internazionale, con un’attenzione particolare ai film realizzati nel periodo sonoro con però anche qualche incursione nel periodo muto.

Ad arricchire la rassegna, un evento imperdibile: il primo lungometraggio realizzato da Chaplin nel 1921, Il monello, sarà infatti proiettato, domenica 6 marzo alle ore 17.30, con le didascalie in latino, in occasione di una collaborazione con l’Accademia Vivarium novum. Il film sarà inoltre arricchito dall’accompagnamento musicale live di Francesca Badalini.

La rassegna infine è impreziosita dai cortometraggi realizzati per la Mutual Film Corporation dal 1916 al 1917.

Nel febbraio del 1916, dopo essere stato corteggiato da tutti i principali Studios di Hollywood, Chaplin firmò con la Mutual Film Corporation un contratto per dodici film. In quel momento era già una star: aveva conquntazione istato le masse, si era guadagnato l’adorazione del pubblico più colto e l’ammirazione degli artisti. Il risultato della nuova collaborazione è un corpus di comiche brillanti, inventive, irresistibili. Ma i film Mutual non sono semplici tappe verso i grandi classici della produzione chapliniana: sono dodici opere, straordinarie di per sé. 

In questa occasione sono proiettati in versione sonorizzata e restaurata da Lobster Films e Fondazione Cineteca di Bologna, in collaborazione con Film Preservation Associates e sotto l’egida dell’Association Chaplin.

Presentazione

www.cinetecamilano.it

www.ildogville.it

ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.