Riccardo Ballerini
Reading Time: 2 minutes

Il palcoscenico dell’Altrove Teatro Studio accoglie dal 5 al 7 novembre QUANDO L’ULTIMO VINCEVA, uno spettacolo comico e brillante, scritto e diretto da Massimiliano Gracili, che racconta le astute gesta di un ciclista, Luigi Malabrocca, interpretato da Riccardo Ballerini, il quale nei primi anni dopo la seconda guerra mondiale, trova gloria, notorietà e lauti guadagni arrivando perennemente ultimo.

L’Italia di quegli anni, distrutta e lacerata nel profondo, ricomincia a sognare con il ciclismo attraverso i suoi eroi. La strada e la bicicletta si trasformano in un luogo d’incontro e un mezzo per evadere. La gente tifa e sogna per le imprese di Coppi e di Bartali, ma si rivede nelle fatiche del più debole, dell’ultimo.  

Luigi Malabrocca, arrivato casualmente ultimo un paio di volte, si vede recapitare in albergo vino, olio, uova, pane e patate e quant’altro da parte dei tifosi. Capisce subito che il fanalino di coda è un ottimo affare per sconfiggere la miseria.

Cosi, mentre in testa alla corsa Coppi e Bartali lottano per contendersi la vittoria, nelle più profonde retrovie, con addosso la sua maglia nera, simbolo e marchio dell’ultimo, Malabrocca controlla astutamente che nessuno scivoli alle sue spalle. E ben presto, a forza di perdere, oltre che ottenere lauti guadagni, lasua fama arriva a sfiorare addirittura quella dei grandi campioni.

Ma arriva il giro d’Italia del 1949, anno in cui un imprevisto nemico, tale Sante Carollo, ciclista vicentino, accortosi anch’esso dei benefici derivanti dall’ultim0 posto, tenta di scardinare il suo dominio. Durante quel giro d’Italia tra Carollo e Malabrocca si scatena un duello epico scandalosamente privo di regole. Il  fine uno soltanto: arrivare ultimo.

I mezzi, tutti leciti…

Riccardo Ballerini

Nasce a Milano, dove studia Giurisprudenza e Teatro, si trasferisce a Roma e si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico; fonda una compagnia, The Company, per tre anni al Globe Theatre di Roma e poi voluta da Michele Placido a Tor bella Monaca. Prosegue con Il Piccolo Teatro di Milano per una tournée di 2 anni, è anche trainer in attività del Piccolo Teatro. E’ Renato Vallanzasca nel film “Dove eravamo rimasti” per Rai Uno. Interpreta Marcello Colasanti nel Film “La verità sta in cielo” di Roberto Faenza. Attore nel Musical “Ghost” prodotto da MusicArt&Show di Milano ed in diverse produzioni del Teatro di Roma. Lavora come autore, regista e conduttore per Radio Due Rai e Radio Popolare, scrive testi di trasmissioni (La Valigia dell’Attore, La notte di Radio Due, La luna racconta, Un siciliano a Roma).

Dal 2006 inizia un lavoro di creazione e ricerca teatrale e di riabilitazione con i pazienti psichiatrici della Casa di Cura San Valentino, ed è poi responsabile dei laboratori teatrali in contesti psichiatrici per i DSM dell’ ASL RM1 di Roma in progetti riabilitativi incentrati sul teatro e le tecniche espressive. Docente di Arte Drammatica all’ Università di Roma Tor Vergata e Teatro Patologico nel corso universitario – Teatro integrato delle emozioni, progetto di teatro terapia innovativa “La Magia del Teatro”. Da due anni insegna Teatro nella relazione d’aiuto all’Accademia Paolo Grassi di Milano. Invitato al Presbyterian Hospital di NY per condividere l’esperienza del teatro con i pazienti psichiatrici, approfondisce negli USA lo studio delle arti applicate alla riabilitazione all’istituto NADT di NY. Scrive e dirige “Salwa”, “Per così poco”, “Il Freddo”, in scena al Premio Scenario e al Festival dell’Incanto di Roddi. Quest’anno sarà in scena con Quando l’Ultimo vinceva di M.Gracili e con “Siamo Dei” di cui ne è l’autore e l’interprete.

Presentazione

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.