Sospesi
Reading Time: 2 minutes

SOSPESI. Spazio alla leggerezza, all’ironia e alle riflessioni al Teatro dé Servi, dal 26 al 31 ottobre con Sospesi, comic show di Filippo Roma e Marco Passiglia, con la partecipazione di Enrico Seminara.

Sospesi è uno spettacolo sorprendente, pieno di risate e riflessioni comico filosofiche, nel quale Filippo Roma e Marco Passiglia portano in scena monologhi e storie satiriche apparentemente staccate tra di loro, ma che alla fine si scoprirà essere tasselli di un’unica storia che ha un unico fine: ritrovare la leggerezza.

Le irruzioni di Enrico Seminara porteranno sul palco un tocco di genialità musicale, dando vita ad uno spettacolo adatto a un pubblico variegato, poiché

ricco di idee e di quell’artigianato mentale di cui la comicità ha bisogno per aprirci la mente e alleggerire il cuore.

Due ore di spettacolo al termine del quale si uscirà più leggeri, quasi… Sospesi.

Marco Passiglia

Marco Passiglia è un comico, musicista e cantante romano.
Vincitore del “Premio Troisi”, la sua comicità si basa sull’alternanza di stili. Nel suo show, affronta una grande varietà di temi dalla componente realistica.
Guarda alla nostra realtà, ricavandone un approfondimento ironico di certi vizi della società e di noi stessi. Solletica il pubblico attraverso la rivisitazione di una sepolta autoironia, affrontando tutto ciò che ormai ci siamo abituati a vivere in maniera passiva, con modalità automatiche.
Uno spettacolo adatto a tutti, dove si ride molto, perché si scardinano tutti quei meccanismi che ci impediscono di godere delle nostre piccole vittorie quotidiane. Attingendo da contesti così riconoscibili, riesce a manipolare la nostra impotente rabbia nei confronti delle “cose che non vanno” trasformandola in parodie esilaranti. Surreale e tragicomico, esplosivo e introverso, spietato e dolce, affascina, diverte e irretisce complice anche della sua inseparabile chitarra.

Filippo Roma

Filippo Roma è nato a  Roma nel 1970. Ha esordito come sceneggiatore del cortometraggio Topi di appartamento, scritto insieme all’amico Alessandro Sortino e diretto da Mario Monicelli, presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia nel 1997. È stato autore di programmi e quiz radiofonici per Radio Capital, dove ha ricoperto anche incarichi dirigenziali. Nel 2004 è diventato una Iena e da allora non ha più smesso. Per celebrare la duratura collaborazione, nel 2014 ha pubblicato Diario di una Iena, un racconto intimo dei primi dieci anni di vita da inviato delle Iene, corredato da aneddoti e retroscena relativi al programma. Boomerang è il suo primo romanzo.

Presentazione

www.teatroservi.it

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.