SULLA GIOSTRA: film di buoni sentimenti e recupero delle radici con Claudia Gerini

SULLA GIOSTRA: film di buoni sentimenti e recupero delle radici con Claudia Gerini

Reading Time: 2 minutes

SULLA GIOSTRA. È nelle sale cinematografiche dal 30 settembre l’atteso film Sulla giostra scritto e diretto da Giorgia Cecere, con Claudia Gerini, Lucia Sardo, Alessio Vassallo, Paolo Sassanelli, Lucia Zotti e Alessia Chiuri, prodotto con Anele Rai Cinema e in associazione con Notorius Pictures e Luigi De Vecchi, distribuito da Notorius Pictures.

Sulla Giostra è il terzo lungometraggio di Giorgia Cecere, che ha deciso di girare il film della sua maturità. Le riprese si sono svolte ad Alessano (LE), Castrignano del Capo e Leuca. La storia, la trama del film è legata a un fatto memoriale di altri tempi. Giorgia Cecere, regista, sceneggiatrice e scrittrice, è nata a Castrignano del Capo (LE) e alcune scene le ha girate a pochi passi dalla sua casa natia.

Il film è improntato sulla storia di due donne completamente diverse, appartenenti a due generazioni, pronte a confrontarsi  proprio quando si ritrovano, dopo anni, in una vecchia ed elegante casa di campagna nel profondo Salento. E’ una storia vera, mitica, che fa leggere la vita come una giostra. Le due donne sono Irene (Claudia Gerini), una donna affascinante e determinata, che dopo gli studi ha lasciato la campagna salentina, i paesi della sua infanzia, per trasferisi a Roma, dove ha avviato una casa di produzione.

Ha raggiunto il successo, ma è oberata dagli impegni, ha un figlio adolescente ed è divorziata da Filippo (Paolo Sassanelli). Improvvisamente, in difficoltà economica – ecco la giostra come metafora – Irene rientra in quel paesino di Capo di Leuca, che le è sempre stato stretto, lontano dalle sue aperture mentali, per vendere la villa di famiglia.

L’altra donna è Ada (Lucia Sardo), anziana governante, nubile e senza figli, che è rimasta nell’elegante villa della famiglia di Irene e che si dimostra contraria a lasciare l’antica dimora, come se appartenesse a anche a lei, dopo anni di incessante cura e lavoro. Ada conosce Irene fin dalla nascita, la tratta con assoluta confidenza ed espone le sue ragioni. Il ritorno ai luoghi del passato, l’atmosfera locale e la determinazione di Ada portano Irene a riflettere sui giochi del destino. Inoltre, l’incontro con Gianni (Alessio Vassallo), l’agente immobiliare, cui è stata affidata la vendita della casa, uomo di poche parole, che apprezza le piccole cose della vita, farà riflettere Irene sul piacere di ritrovare il senso della semplicità e il gusto dei piccoli, ma in realtà grandi, gesti d’amore.

Guglielmo Marchetti, presidente e CEO di Notorius Pictures ha affermato: <La giostra è una storia avvincente,  dove storia e destino si intrecciano e da sempre inseguono ognuno di noi.> E’ un film sulle radici familiari, sui sentimenti e sulle scelte a cui il destino ci porta a decidere.

Di Lucrezia Palma

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.