NO TIME TO DIE: Bond più umano che scopre le sue fragilità

NO TIME TO DIE: Bond più umano che scopre le sue fragilità

Reading Time: 4 minutes

NO TIME TO DIE. Senza dubbio uno dei film più attesi da un anno e mezzo, giunge finalmente nelle sale italiane dal 30 settembre, diretto, co-scritto da Cary Fukunaga e distribuito da Universal Pictures. No Time to Die è il 25° capitolo della serie di film legata all’agente segreto James Bond, interpretato per la quinta volta da Daniel Craig, dopo le precedenti apparizioni in Casinò Royale, Quantum of Solace, Skyfall e Spectre. Il genere si riconferma: è un film di avventura, azione, spionaggio, thriller. Jame Bond/ Daniel Craig caratterizza un personaggio meno da uomo che non deve chiedere mai, più umano, mostrando fragilità che accomunano chi è dotato di sana sensibilità senza perdere la capacità di reazione alle avversità che sono proprie del mito di James Bond.

E’ lo stesso Daniel Craig che appare nella prima scena, ringraziando il pubblico per la pazienza e si sofferma sul piacere di questa visione all’interno della sala, luogo perfetto per chi ama il cinema. Come sempre è una corsa contro il tempo per sconfiggere piani criminali. Nelle prime scene l’Aston Martin DB5, simbolo della saga, percorre le strade tortuose che conducono James e Madeleine a Matera. <Vai più veloce> – dice lei – <Non c’è bisogno di andare veloci – risponde lui innamoratissimo – abbiamo tutto il tempo del mondo.> Non è così: immancabilmente accade qualcosa ad interrompere l’idillio della coppia. No Time to Die è il più drammatico e cupo dei film di Bond, il meno stereotipato e il più introspettivo. James fa il giro del mondo. Le sequenze sono girate in Italia, Giamaica, Cuba, Inghilterra, Norvegia, la nuova avventura di Bond chiude un ciclo, congedando Daniel Craig e accenna a cambiamenti verso la contemporaneità.

A cantare la canzone principale della colonna sonora è Billie Zimmer. Le musiche sono composte da Hans Zimmer. No Time To Die è stata scritta da Billie Eilish e dal fratello Finneas. Billie ha dichiarato: < E’ un grandissimo onore firmare il brano portante del film che è parte di una serie così leggendaria.> Il fratello Finneas ha aggiunto: <Non c’è accoppiata più iconica tra cinema e musica se non brani come Goldfinger e Live And Let Die.>

Sinossi

Cinque anni dopo la cattura di Franz Oberhauser (Christoph Waltz), James Bond (Daniel Craig), ormai ritiratosi dal MI6, si gode una vita tranquilla in Giamaica. Quando un suo vecchio amico, l’agente della CIA Felix Leiter (Jeffrey Wright), si presenta da lui con una richiesta d’aiuto, Bond decide di intraprendere una missione per salvare Waldo Obruchev (David Dencik), uno scienziato rapito; essa si rivelerà tuttavia più complicata del previsto e con l’aiuto di Nomi (Lashana Lynch), una nuova agente doppio zero, l’ex spia britannica si metterà sulle tracce di una sinistra figura legata all’oscuro passato di Madeleine (Léa Seydoux), nonché di un nuovo e temibile avversario un tempo affiliato alla Spectre: Lyutsifer Safin (Rami Malek), un terrorista in possesso di armi estremamente distruttive con le quali intende scatenare un pericolo a livello mondiale.

Uno dei produttori esecutivi del film, Gregg Wilson ha dichiarato: <Di cosa ha paura il mondo adesso? Nel caso di Spectre il tema era il monitoraggio e l’utilizzo di informazioni globali. Così ora stiamo cercando di scoprire che cosa sarà rilevante nei prossimi anni. Abbiamo sempre voglia di fare qualcosa di nuovo con il personaggio e vedere Bond in situazioni sempre nuove. Il pubblico si aspetta qualcosa di nuovo ogni volta! Ci aiuta guardare ai romanzi di Ian Fleming, possono essere di grande ispirazione.>

Nel film No Time to Die James Bond è un ex agente 007, ritiratosi dal servizio segreto britannico dopo gli eventi di Spectre. Rami Malek è Lyutsifer Safin, principale antagonista del film. È un criminale dal volto sfigurato nonché sinistra figura legata al passato di Madeleine dalla quale brama vendetta. Léa Seydoux è Madeleine Swann, psicologa e interesse amoroso di Bond. Lashana Lynch è Nomi, il nuovo agente 00, entrata in servizio attivo dopo il ritiro di Bond. Riguardo al rapporto del suo personaggio con quello interpretato da Craig nel film, la Lynch ha detto: “È in evoluzione. Li vedi che all’inizio sono due persone molto diverse che devono lavorare insieme in un modo in cui non hanno mai fatto prima, ma col tempo, dalla turbolenza si passa all’amicizia e al rispetto. Lui impara molto da lei, e lei impara sicuramente molto dall’esperienza da lui“.    

Christoph Waltz è Ernst Stavro Blofeld, arcinemico e fratello adottivo di Bond e capo dell’organizzazione criminale Spectre ora sotto custodia dell’MI6. Ben Whishaw è Q il responsabile del Settore Q; ha il compito di fornire a Bond il suo equipaggiamento. Ana de Armas è Paloma, un’agente della CIA che aiuta Bond. L’attrice ha descritto il suo personaggio come “irresponsabile” e “vivace” e ha un ruolo chiave nella missione di Bond. Naomie Harris è Eve Moneypenny, assistente di M e alleata di Bond. Jeffrey Wright è Felix Leiter, amico e alleato di Bond alla CIA. Ralph Fiennes è Gareth Mallory/M, capo dell’MI6 e comandante di Bond. Dali Benssalah è Primo, un avversario dotato di un occhio bionico che Bond incontra per la prima volta a Matera. David Dencik è Valdo Obruchev, uno scienziato di cui Bond indaga la scomparsa. Billy Magnussen è Logan Ash, un agente della CIA che entra in conflitto con Bond e “coordina le sue attività”. Mounir Echchaoui è un membro della mafia con il quale si scontra Bond.

Il finale di No Time to Die è imprevisto, sconvolgente, commovente; Bond è sofferente, furioso, dolente e chiude drammaticamente. Per gli spettatori più fedeli un messaggio dopo tutti i titoli di coda.

No Time to Die

Al cinema dal 30 settembre 2021

Durata: 163 minuti

Di Lucrezia Palma

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.