Cinema Beltrade (Milano). Le novità di fine estate

Cinema Beltrade (Milano). Le novità di fine estate

Reading Time: 3 minutes

CINEMA BELTRADE di Milano e le nuove uscite di fine agosto e inizio settembre. Non ha mai chiuso, il cinema Beltrade, perché, pur essendo un cinema gestito da una società privata si pensa e si propone anche come un servizio e uno spazio pubblico per il cinema e per i suoi appassionati, incluso chi rimane in città ad agosto. Perciò, a parte l’unica pausa del 16 agosto per ‘gita sociale’, il cinema ha proseguito per tutto il mese con la sua programmazione. Tuttavia, dopo un prevedibile rallentamento, il Beltrade progetta una ripartenza dopo la calma estiva, con alcuni film nuovi e qualche prezioso ripescaggio di capolavori e classici intramontabili, in edizione digitale (ma perché no, ove possibile si userà anche la pellicola) restaurata. Tutto, sempre, rigorosamente in versione originale sottotitolata.

Si comincia con Bergman e uno dei suoi capolavori, vera pietra miliare della storia del cinema. Al suo IL SETTIMO SIGILLO (DET SJUNDE INSEGLET) faranno seguito, ci auguriamo, molti altri classici, a cadenza se possibile bisettimanale, con la complicità della Cineteca di Bologna ma anche di altri distributori e aventi diritto che vorranno sostenerci nel non facile compito di riportare in sala i grandi film storici.

Il caso o forse il fatto che la Francia sia produttivamente molto prolifica e meglio attrezzata di altri Paesi per la distribuzione internazionale, fanno sì che in questo momento di non grande ricchezza distributiva, dopo DUE, l’ottimo esordio al lungometraggio del veneto Filippo Meneghetti, di produzione francese, abbiamo deciso di proporre altri due film francesi, e di riconfezionare finalmente la lungamente posticipata retrospettiva dedicata ad Agnés Varda.

Il primo dei due film transalpini è I PROFUMI DI MADAME WALBERG (LES PARFUMS), la commedia di Grégory Magne che molti avranno già visto, magari all’aperto, nella versione doppiata: un film di qualità che merita di essere gustato nella sua lingua originale.

Il secondo, UNEDUCAZIONE PARIGINA (MES PROVINCIALES), presentato alla 68° Berlinale, è il raffinato lavoro di Jean-Paul Civeyrac, cinema puro e intimo che si pone nel solco di una grande tradizione per esplorare sguardi, creatività, entusiasmi e dubbi di un giovane studente di cinema e dei suoi amici.

Era prevista per un solo giorno, per quello sventurato marzo 2020 fittissimo di progetti già belli e imbastiti, saltati a causa del primo lockdown. Saranno invece due le giornate dedicate ad Agnès Varda con tre lungometraggi e due cortometraggi distribuiti da Cineteca di Bologna – Il Cinema Ritrovato. Ecco i titoli: VARDA PAR  AGNÈS, CLÉO DALLE 5 ALLE 7, DAGUERRÉOTYPES, SALUT LES CUBAINS, RÉPONSE DE FEMMES.
E… a proposito di grandi progetti roimandati e/o mai realizzati, in sala c’è anche il film che racconta uno dei più grandi fallimenti della storia del cinema, che è stato peraltro un momento creativo fecondo e non privo di conseguenze: lo avrete capito, si tratta di JODOROWSKYS DUNE.

Infine, due nuove uscite a partire dal 2 settembre: EUROPA, il film del regista italiano di padre iracheno Haider Rashid che dopo il successo alla Quinzaine Des Réalisateurs (dove ha vinto il Premio della Critica internazionale), è stato appena designato Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI. L’Europa come meta e mito, come visione e tormentata avventura di un giovane viaggiatore che incontra mille ostacoli fisici e psicologici lungo il suo percorso: un’avventura che il film fa rivivere in maniera immersiva e molto fisica agli spettatori. Probabile la presenza del regista, il 3 settembre.

La seconda nuova uscita è DAU. NATASHA, il film scandalo dell’ultima Berlinale, diretto da Ilja Chrschanowski e Jekaterina Oertel, un lavoro dalla lunghissima gestazione che ha fatto e sta facendo discutere la critica soprattutto rispetto all’eticità di questa gigantesca operazione non solo cinematografica, ma performativa e multimediale.

Presentazione

Info. Gli orari, seppure in linea di massima definitivi, possono essere controllati per verificare eventuali variazioni sul sito www.cinemabeltrade.net, www.bandhi.it.

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.