LIBERO DE RIENZO (Picchio) artista di grande talento e umanità

LIBERO DE RIENZO (Picchio) artista di grande talento e umanità

Reading Time: 3 minutes

LIBERO DE  RIENZO (Napoli 1977 – Roma 2021),  per gli amici “Picchio”, interprete molto dotato tra le nuove leve del cinema italiano, acclamato dai critici e amato dal pubblico, è stato un attore, regista e sceneggiatore. Ha interpretato film che descrivono fatti gravi e importanti, accorsi in Italia negli ultimi vent’anni. Necessarie rappresentazioni per informare il popolo e sensibilizzarlo. Per De Rienzo il film non è “intrattenimento”, ma “ricerca, scuotimento di coscienze”. Si dichiara apertamente “un comunista” e che è per il “Potere al popolo”.

Raggiunge la notorietà interpretando, insieme all’attore Stefano Accorsi, il film Santa Maradona,  con la regia di Marco Ponti nel 2001, per il quale vince il David di Donatello nel 2002, come attore non protagonista. Si tratta dell’opera prima di Marco Ponti come regista di lungometraggi. Egli stesso precisa che i personaggi del sui  film vogliono trasgredire le regole e sono positivi e negativi insieme, nichilisti ottimisti. De Rienzo lo considera un film sui trentenni precari, un film dove non succede niente se non la vita delle persone. Ancora con Marco Ponti nel 2004, De Rienzo interpreta il film A/R Andata + Ritorno, assieme a Vanessa Incontrada.

Particolare interpretazione in Fortapàsc di Marco Risi, nel 2009, in cui è il giornalista napoletano ucciso dalla camorra Giancarlo Siani. Risi raccontava che Libero De Rienzo aveva preteso quel ruolo perché si sentiva “l’anima gemella” di Siani. Per la pellicola Sangue – la morte non esiste del 2005 in cui dirige Elio Germano, è regista e sceneggiatore e vince alcuni premi cinematografici, fra cui Ciak d’oro nel 2006.

Dopo aver recitato in La kryptonite nella borsa (2011)  di Ivan Cotroneo, è nella trilogia di Sydney Sibilia “Smetto quando voglio” (2014) e nei due sequel del 2017. Il film è ambientato nel pieno della recessione economica del 2007. Dopo essere stato licenziato dall’università dove lavora, un ricercatore in neurobiologia che ha sviluppato un rivoluzionario algoritmo, recluta i suoi ex-colleghi per produrre droga. In questo film De Rienzo ha il ruolo dell’economista che cerca di applicare il calcolo matematico al poker con scarso successo.

De Rienzo brillantemente fra grande e piccolo schermo

Oltre a far parte del cast nei film su grande schermo, dal 1999, fino al 2021, De Rienzo lavora anche in alcune produzioni televisive, tra cui, Più leggero non basta, una commedia drammatica, (1998, diretto da Elisabetta Lodoli). Nel 2007 De Rienzo interpreta il carabiniere scelto Maurizio Costa nel cast di Nassiryia – Per non dimenticare, una miniserie televisiva in due puntate su Canale 5. Racconta dell’attacco terroristico, denominato Strage di Nassiryia (Iraq),  in cui perirono 19 carabinieri, quattro soldati dell’esercito e due civili, oltre a venti feriti.

Nel 2008, De Rienzo veste i panni di Valerio Morucci, un ex-brigatista italiano, nella miniserie televisiva in due puntate  su Canale 5, Aldo Moro – il presidente.

De Rienzo partecipa anche a rappresentazioni di argomento religioso. Nel 2019 è nel cast del film The Two Popes (I due  Papi) diretto da Fernando Meirelles. E’ il lungometraggio basato sl passaggio di consegne al soglio pontificio tra papa Benedetto XVI e papa Francesco.

L’ultima interpretazione cinematografica di De Rienzo è in Fortuna (2021) di Micolangelo Gelormini.

Va ricordato che Libero (di nome e di fatto), figlio di genitori irpini di Paternopoli (AV) si appassiona alla recitazione seguendo il padre Fiore De Rienzo, attore, giornalista e aiuto regista.

Marcella Mosca è la moglie di Libero De Rienzo. Insieme condividono una grande passione per l’arte, il mare e l’isola di Procida, dove  hanno creato il Festival Artheica. La coppia ha avuto due figli, un maschietto che ha ora sei anni e una bambina di due. Marcella Mosca ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli e lavorava come costumista e set designer. Nel 2020 Libero e Marcella lavorano insieme al film Fortuna, ispirato alla tragica vicenda della piccola Fortuna Loffredo, bimba vittima di un pedofilo e gettata nel vuoto nel Parco Verde di Caivano, alcuni anni fa.

Libero De Rienzo muore improvvisamente, stroncato da un infarto all’età di 44 anni, giovedì 15 luglio 2021 nella sua casa romana. I funerali, a Paternopoli, per volontà dei familiari, non in forma privata, . Egli è entrato nel cuore della gente che gli porgerà l’ultimo saluto. La salma riposerà nella Cappella di Famiglia, insieme alla madre e al nonno paterno.

Di Judith Maffeis Sala

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.