Chiuso il bando Sceneggiatura Mattador  con 302 progetti in concorso

Chiuso il bando Sceneggiatura Mattador con 302 progetti in concorso

Reading Time: 3 minutes

MATTADOR. 12° Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador. Sicurezze e buone notizie in tempi incerti: il Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador si prepara alla sua fase finale e svela la Giuria che decreterà, il prossimo 17 luglio al Teatro La Fenice di Venezia, i vincitori della dodicesima edizione del premio, dedicato ai giovani talenti del cinema.

Ben 302 i progetti presentati quest’anno, un numero in deciso aumento rispetto alle passate edizioni del Premio. La Giuria, presieduta da Enzo Monteleone, dovrà valutare i migliori lavori per ogni categoria, precedentemente selezionati da un gruppo di lettori scelti. Le quattro sezioni del Premio sono: Mattador alla miglior sceneggiatura, Mattador al miglior soggetto, Corto86 alla migliore sceneggiatura per cortometraggio e Dolly, alla miglior storia raccontata per immagini.

Annunciata la Giuria, fra presenze rinnovate e professionisti affermati

Tanto il lavoro a cui sono chiamati i 47 Lettori che selezioneranno i progetti giunti tramite la nuova piattaforma web, indicata quest’anno come digital tool per agevolare le iscrizioni dei ragazzi. Una volta ristretto il cerchio ai migliori lavori per ogni sezione, salirà in cattedra la Giuria speciale, che decreterà i vincitori dei premi. Parteciperanno quindi il regista e sceneggiatore Enzo Monteleone, presidente di Giuria, insieme a Elisabetta Trautteur (produttore delegato, head of development), Gianluca Novel (Friuli Venezia Giulia Film Commission), Davide Lisino (sceneggiatore e scrittore) e la sceneggiatrice Valentina Strada (già vincitrice Premio Mattador). Continua quindi anche il legame con le passate edizioni, testimoniato dalla rinnovata presenza anche di chi già ha fatto parte del Premio Mattador nelle scorse edizioni, fra cui professionisti affermati nel circuito nazionale e indipendente del cinema italiano.

302 iscrizioni: record di aspiranti sceneggiatori in gara

Continuano ad aumentare i partecipanti al Premio: salgono di altre decine (l’anno scorso sono stati 277) e toccano quota 302. Numerose le motivazioni e le idee che muovono i giovani artisti e concorrenti, specie in tempi difficili dove l’opera creativa degli uomini è chiamata a reinventarsi, farsi strumento per l’interpretazione del mondo, lente critica e visione di prospettive future. Sono 52 i lavori in lizza per il Premio MATTADOR alla migliore sceneggiatura, dedicato ai lungometraggi (che promette il premio più alto, di 5.000 euro), cui si aggiunge il gruppo più folto, quello dei 128 lavori che concorrono al miglior soggetto (per una borsa di formazione e 1.500 euro), oltre che la selezione dei 103 progetti per la sezione CORTO86, che premia la migliore sceneggiatura per cortometraggio (cui corrisponderà una borsa di formazione e la realizzazione stessa del corto), infine sono 19 le proposte per DOLLY “Illustrare il cinema”, premio alla migliore storia raccontata per immagini (grazie alla borsa di formazione e alla possibilità di un ulteriore premio di 1.000 euro in base al percorso e al risultato).

I vincitori avranno l’opportunità di partecipare a percorsi formativi dedicati e saranno affiancati da professionisti del settore. Tutti i partecipanti accederanno a lecture, masterclass e convegni dedicati al cinema e alla sceneggiatura. Non ultimo, alcune tra le sceneggiature premiate avranno la possibilità di essere pubblicate nei volumi della collana Scrivere le immagini. Quaderni di sceneggiatura (Edizioni EUT/Mattador). Inoltre, con spirito di promozione e diffusione di iniziative legate all’arte contemporanea anche tra i più giovani, ai vincitori verrà donato il rituale Premio d’Artista come riconoscimento del loro valore e ulteriore incoraggiamento per continuare a credere in quello che fanno, proprio come ci ha creduto ogni giorno Matteo.


Il Premio Internazionale dedicato a Matteo compie 12 anni

Dodici edizioni, più di duemila partecipanti in totale, oltre 50 borse di studio, decine di video ispirati e premiati, centinaia i collaboratori, i giurati, i relatori. L’Associazione Mattador, nata per continuare idealmente i sogni e i progetti di un ragazzo dai multipli talenti che ci ha lasciato troppo presto, continua a fornire, tramite il Premio e le costanti attività formative, grandi occasioni a tanti altri ragazzi che aspirano a fare del cinema la propria professione. Tutto quanto è stato fatto in questi anni è direttamente ispirato alle passioni e al pensiero di Matteo Caenazzo, giovane triestino diplomato in decorazione pittorica al Liceo artistico Nordio e formatosi in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo all’Università Ca’ Foscari di Venezia, scomparso purtroppo, prematuramente, nel giugno 2009.

Tutte le pubblicazioni sono disponibili contattando Mattador e consultabili gratuitamente in versione digitale sul sito di EUT. I video realizzati in queste edizioni sono visibili sul canale Vimeo di Mattador.

Il Premio MATTADOR esiste e resiste grazie al contributo di MiC Direzione Generale Cinema, Regione Friuli Venezia Giulia, TurismoFVG, Comune di Trieste, Regione del Veneto, Fondazione Kathleen Foreman Casali, Fondazione Filantropica Ananian, Fondazione Osiride Brovedani, a donazioni private e quote associative.

Presentazione

www.premiomattador.it

Facebook @PremioMattador

Twitter @premiomattador

#premiomattador

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.