ROMANZI TEATRALI: online del Piccolo con Guanciale e Semino Favro, a cura di Di Paolo

ROMANZI TEATRALI: online del Piccolo con Guanciale e Semino Favro, a cura di Di Paolo

Reading Time: 2 minutes

ROMANZI TEATRALICome la narrativa incontra la scena, fino al 1° giugno, ogni martedì alle 18, sul sito e sui profili social del Piccolo Teatro di Milano un romanzo, scelto dallo scrittore Paolo Di Paolo, in virtù della sua affinità al linguaggio teatrale, sarà al centro di una conversazione, in video, incorniciata da letture e illustrazioni.

Il curatore incontrerà Nadia Fusini, Valerio Magrelli, Claudio Magris, Sandra Petrignani, Igiaba Scego, Serena Vitale. Le letture saranno affidate alle voci di Lino Guanciale e Camilla Semino Favro. Paolo Di Paolo crea per il Piccolo Teatro di Milano un itinerario tra parole e immagini per raccontare il teatro attraverso altre forme e linguaggi.

Nella costruzione del percorso, pensato in pillole video per la diffusione e la fruizione digitale, Di Paolo sceglie una serie di romanzi, appartenenti a momenti diversi della storia della letteratura mondiale ma accomunati dalla presenza di elementi di teatralità nella narrazione: descrizioni, dialoghi, opere teatrali che “entrano” nello sviluppo della trama, irrompono nella vita dei personaggi, costruiscono un sottotesto. Questi frammenti, in cui il teatro diventa protagonista della parola scritta, saranno il punto di partenza del progetto. 

I brani scelti verranno letti da Lino Guanciale e Camilla Semino Favro e saranno oggetto di una serie di sei conversazioni condotte dal curatore con importanti scrittori italiani contemporanei a cui sarà chiesto di raccontare e commentare, attraverso il proprio gusto e la propria sensibilità, l’autore e il romanzo scelto per loro.  

Ad impreziosire il racconto, un illustratore, Andrea Colombo, trasformerà in immagini le suggestioni scaturite dalla lettura dei brani selezionati e dalle conversazioni con gli scrittori presenti. 

Quando in una storia romanzesca si apre un sipario, accade qualcosa di imprevedibile. Non si tratta solo di vicende che hanno per protagonisti attori e attrici; si tratta di una misteriosa dialettica fra narrativa e teatro, che sommuove la prosa, anima lo stile, e alimenta riflessioni sulla “recita della vita”, tra un atto e l’altro della nostra esistenza. Uno spettacolo va in scena nelle pagine di un romanzo: c’è il grande attore in lotta con la decadenza del proprio corpo, c’è una comunità di villeggianti che indossa nuove maschere, diverse da quelle del quotidiano, c’è una drammaturga che finalmente vede su un palco prestigioso un suo testo (e nel buio della platea immagina le reazioni degli spettatori e delle persone che ama), c’è uno scrittore che ingaggia la sua battaglia con il suo tempo e con i teatri del suo paese, c’è l’antica passione per i burattini che porta un uomo a inseguire per tutta la vita il sogno del teatro. Ogni vicenda aggiunge un punto di vista, un differente materiale emotivo. Lo scricchiolio delle assi del proscenio, le luci che si accendono, l’applauso che infine arriva, il chiacchiericcio del pubblico – e tutte le inquietudini, i turbamenti, tutto lo stupore, l’indignazione, tutte le scoperte e i sogni dei “romanzi teatrali” che viviamo sul palco e giù dal palco. Paolo Di Paolo

Presentazione

www.piccoloteatro.org

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.