A STAR IS BORN. Su Netflix il film con Bradley Cooper e Lady Gaga

A STAR IS BORN. Su Netflix il film con Bradley Cooper e Lady Gaga

Reading Time: 2 minutes

A STAR IS BORN. Dal 14 febbraio Netflix presenta A star is born, prima regia di Bradley Cooper con Cooper e Lady Gaga protagonisti. Si tratta di uno dei tanti remake di un cult della cinematografia americana È nata una stella. Un film che entra nei cuori più per la colonna sonora che per la sceneggiatura retorica alla Pretty woman, favola moderna stracarica di buoni sentimenti. Il film uscito nelle sale nel 2018 si è comunque aggiudicato ben 8 candidature agli Oscar, tra le quali quelle per miglior film, miglior attore protagonista e migliore attrice protagonista, vincendo l’Oscar per la miglior canzone Shallow.

Nonostante i troppi e consapevoli stereotipi, A star is born si avvale della notevole e invidiabile presenza scenica di due grandi artisti dei nostri tempi: il sempre più affascinante e preparato artista di Filadelphia e la volitiva pop star di New York. È classificabile come un melò musicale che racconta la storia di una rock star alcolista e dannata Jackson Maine (Cooper), nato non a caso tra i cactus e il deserto dell’Arizona, che casualmente scopre in un locale il grande talento di Ally (Lady Gaga), cantante di localini dimenticati da Dio, ma che sognava una carriera da standing ovation. Tra i due, nonostante le prime reticenze, nasce un sentimento profondo che li porta al matrimonio e al decollo della carriera di lei, mentre lui resta ancora vittima dei suoi demoni e delle droghe.

In A star is born, Cooper gioca facile mettendo nel piatto dello spettatore tutti i clichè di un mainstream americano da botteghino: la dannazione di una rock star, la ragazza di provincia di buon cuore e che trova il suo pigmalione di cui è spalla forte e innamorata. Cooper che arriva dall’Actors Studio ed è stato tre volte candidato agli Oscar ha dichiarato di aver attinto dalla sua vita personale per quanto riguarda le dipendenze. Non fa quindi il passo più lungo della gamba. Scelta comunque azzeccata per una prima regia di un artista che a 46 anni può definirsi completo e pronto per una lunga carriera dietro la macchina da presa. Ottima l’idea di arruolare l’istrionica e trasformista Lady Gaga, presentandola acqua e sapone alla sua prima prova come attrice protagonista.

Unica perla preziosa del film è la colonna sonora, con la canzone di punta Shallow, scritta dalla stessa Lady Gaga che per il brano ha ricevuto, tra gli altri e oltre il premio Oscar, un Golden Globe e due Grammy Award. Shallow è infatti il brano più premiato della storia della musica. Una canzone che vale un film. Come scrive Lady Gaga nell’incipit: “Dimmi una cosa, ragazza. Sei felice in questo mondo moderno? O hai bisogno di più?“.

Recensione Di Lucilla Continenza

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.