A RIVEDER LE STELLE, la prima della Scala in tv e online

A RIVEDER LE STELLE, la prima della Scala in tv e online

Reading Time: 2 minutes

A RIVEDER LE STELLE sarà la Prima del Teatro alla Scala di Milano, il 7 dicembre. Sostituisce l’opera Lucia di Lammermoor, la più famosa opera di Gaetano Donizetti, un tragico dramma d’amore in tre atti. I teatri sono chiusi per Covid, ma il tempio milanese della lirica non rinuncia alla sua Prima: L’evento speciale, a porte chiuse per il pubblico, viene trasmesso in diretta su Tv da Rai1, Rai3, Raiplay e vengono collegate altre televisioni per la diretta in tutti i continenti.

Per Sant’Ambrogio, il sovraintendente Dominique Meyer propone una soluzione alternativa di qualità. Riccardo Chailly è alla guida di Orchestra e Coro del Teatro alla Scala, ovvero l’anima musicale di un racconto sull’opera e sulla danza, la cui drammaturgia viene trasformata in spettacolo da Davide Livermore, dai suoi collaboratori, con le coreografie di Manuel Legris, Rudolf Nureyev e Massimiliano Volpini. 

Sul palco del Piermarini si alternano 24 tra le più grandi voci del nostro tempo, oltre ai ballerini, ai professori d’orchestra diretti da Chailly. Il programma musicale prevede estratti di opere di Giuseppe Verdi, Gaetano Donizetti, Giacomo Puccini, Georges Bizet, Jules Massenet, Richard Wagner e Gioachino Rossini, mentre le musiche dei balletti sono di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Davide Dileo, Erik Satie e Giuseppe Verdi.

Le arie d’opera e i momenti di danza sono collegati e contestualizzati da testi recitati da attori, per simboleggiare una continuità tra le arti richiamata dal titolo stesso della serata, che cita l’ultimo verso dell’Inferno di Dante. È un omaggio al nostro Sommo Poeta nel 700esimo anniversario della sua scomparsa. E quindi uscimmo a riveder le stelle. Dante e Virgilio contemplano lo stellato cielo notturno, un presagio di nuovo cammino di luce e di speranza dopo le tenebre precedenti. Un invito anche per noi tutti, nella battaglia contro il virus.

Si esibiscono i cantanti Ildar Abdrazakov, Roberto Alagna, Carlos Álvarez, Piotr Beczala, Benjamin Bernheim, Eleonora Buratto, Marianne Crebassa, Plácido Domingo, Rosa Feola, Juan Diego Flórez, Elīna Garanča, Vittorio Grigolo, Jonas Kaufmann, Aleksandra Kurzak, Francesco Meli, Camilla Nylund, Kristine Opolais, Lisette Oropesa, George Petean, Marina Rebeka, Luca Salsi, Andreas Schager, Ludovic Tézier, Sonya Yoncheva.

Nella parte dedicata al balletto, che sarà diretta dal Maestro Michele Gamba, saranno protagonisti l’étoile Roberto Bolle, i primi ballerini Timofej Andrijashenko, Martina Arduino, Claudio Coviello, Nicoletta Manni e Virna Toppi e i solisti Marco Agostino e Nicola Del Freo. I ballerini scaligeri sono diretti dal nuovo direttore Manuel Legris.

Rimandato il tradizionale appuntamento con la Prima Diffusa che proprio nel 2020 avrebbe celebrato il suo decennale, prosegue il rapporto di collaborazione del Teatro alla Scala con il Comune di Milano per una campagna di comunicazione congiunta in coordinamento con l’Assessorato alla Cultura.

Di Lucrezia Palma

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.