FERRO. Prime presenta il docufilm su Tiziano Ferro

FERRO. Prime presenta il docufilm su Tiziano Ferro

Reading Time: 3 minutes

FERRO è un film documentario del 2020, incentrato sulla vita e carriera del noto cantautore italiano Tiziano Ferro, distribuito sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video insieme a quattro allegati, a partire dal 6 novembre in Italia e in oltre 240 paesi.

Il docu-film, è nato da un’idea di Tiziano Ferro e prodotto da Banijay Italia, è scritto da Federico Giunta e Beppe Tufarulo che ne è anche il regista.

Ferro

Ambientato fra Italia e Stati Uniti, Ferro è un diario di vent’anni di carriera in cui il cantautore, che si definisce un disagiato da sempre, racconta con una narrazione cristallina e colloquiale la sua vita privata, a partire dall’adolescenza. Ci sono filmati inediti, testimonianze di amici. Ci sono le scene della prima performance dal vivo a Latina, sua città natale, nel 1996, all’età di sedici anni. L’impiego come corista a 17 anni, all’Accademia di Sanremo. L’incontro nel 2001 con i produttori Mara Maionchi e Alberto Salerno, conosciuti alla sua seconda partecipazione all’Accademia della Canzone di Sanremo, che convincono la EMI a puntare su di lui.

Il primo singolo Xdono, un esordio di grande successo che porta l’artista a incidere il brano anche in inglese, spagnolo, portoghese e in versione franco-italiana  Sono descritte le sfide, i propositi e le rinunce,  le ferite del bullismo, i disturbi dell’alimentazione, il problema di bulimia, il rifugiarsi nell’alcol ed uscirne poi, con l’aiuto e la frequentazione dei gruppi di recupero degli alcolisti anonimi. L’alcol per anestetizzare l’ansia e l’insicurezza. Tiziano non ha mai bevuto durante l’adolescenza; ha iniziato con la band del suo tour.

Il bigottismo morale della società italiana, con la narrazione del difficile rapporto con uno star system che gli impedisce di svelare la propria omosessualità e di reprimerla.

Il 20 ottobre 2010 Ferro pubblica il suo libro Trent’anni e una chiacchierata con papà in cui dichiara pubblicamente la propria omosessualità. Nel 2012 pubblica il suo secondo libro L’amore è una cosa semplice, che prende il titolo dall’omonimo album.

Sono sette gli album in studio incisi da Tiziano Ferro dal 2001 (Rosso Relativo), sino al 2019 con Accetto Miracoli, composto da 12 brani e anticipato dai singoli Buona (cattiva) sorte – 31 maggio – e Accetto miracoli – 20 settembre -. L’ultimo album di cover Accetto miracoli: l’esperienza degli altri è composto da reinterpretazioni di canzoni italiane. <<L’unica persona che può salvarti è te stesso>> – afferma Tiziano Ferro nel documentario. Il silenzio è interrotto da canzoni scritte su un blocco di carta.

Fabrizio Giannini, suo manager e amico, è una delle figure che appaiono nel film. Sostiene Tiziano Ferro nella narrazione, raccontando la vittoria agli MTV Awards nel 2004  e il difficile percorso in cui Tiziano mostra grinta e coraggio che lo porta allo stato attuale.  Tiziano Ferro non ha più alcun timore di mostrarsi nella sua vera identità. Ha amato il suo lavoro, vi si è dedicato con tenacia ed ha ottenuto molti prestigiosi riconoscimenti nazionali e internazionali. Ha venduto oltre 15 milioni di copie nel mondo, prevalentemente in Europa e in America Latina.

<<Di alcol, di droga, di dipendenze, di depressione si parla, ma si parla sempre in termini di problema, non si parla mai del fatto che esistono delle strade. Spesso non è una condizione ambientale, ma è una condizione fisica, una malattia, una tendenza genetica a cadere in una dipendenza genetica che non puoi interrompere>> Così ha dichiarato Tiziano Ferro, riferendosi al docu-film che è un invito ad una introspettiva.

Oggi, Tiziano Ferro è felice per aver accettato se stesso ed aver trovato anche l’amore. Il 25 giugno 2016 – racconta nel film – si trovava negli studi della Warner Bros per girare il video Valore assoluto e lì durante una pausa caffè incontra Victor Allen, vicepresidente del settore marketing della Warner Bros. I due non si conoscono ancora ufficialmente e cominciano a discorrere, provando un reciproco forte interesse. Si frequentano per due anni non vivendo insieme. A febbraio 2018, Victor si dichiara a Tiziano e il 25 giugno 2019 la coppia si unisce in matrimonio a Los Angeles. Si risposano in Italia il 13 luglio nella villa di Sabaudia del cantante. Dal 2016 la felice coppia vive a Los Angeles, unita anche nell’attività professionale.

Di Lucrezia Palma

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.