MEDFILM FESTIVAL su MYmovies (9-15 novembre)

MEDFILM FESTIVAL su MYmovies (9-15 novembre)

Reading Time: 4 minutes

La 26° edizione del MedFilm Festival grazie ad una partnership con la piattaforma  MYmovies, sarà online dal 9 al 15 novembre. Il festival, presieduto da Ginella Vocca e diretto da Giulio Casadei, vede quest’anno la partecipazione di 70 film, in rappresentanza di 30 paesi, di cui 38 film in anteprima italiana, 4 film in anteprima internazionale, 1 film in anteprima mondiale.

Un nuovo stare insieme è il tema della 26° edizione del MedFilm Festival, all’insegna del desiderio di ritrovarsi e godere insieme della bellezza condividendo uno spazio di experience cinematografica che unisce i paesi dell’area Euro-Mediterranea, mettendo in contatto l’Italia ed il meglio della produzione cinematografica internazionale, generando luoghi di dialogo creativo a supporto dei nuovi talenti e dei giovani, amplificando ciò che si ode sommessamente, i linguaggi non decifrati: le voci di tutti i popoli, le voci del Mediterraneo.

Il MedFilm cambia dunque forma, ma non essenza. Vuole comunicare il messaggio che oggi, ancor più di ieri, ha bisogno di essere udito: spingerci oltre il noto. #anewtogether.

Il pittore e scultore Alfredo Futuro per il quinto anno consecutivo ha realizzato i Premi del festival: 5 statuette in oro e argento, create dalla sua sapiente manualità d’artista.

Il Concorso Ufficiale – Premio Amore & Psiche presenta 8 film, per un viaggio cinematografico tra le due sponde del Mediterraneo che toccherà alcuni aspetti cruciali della contemporaneità. La giuria è composta dalle registe Susanna Nicchiarelli e Valentina Pedicini, la sceneggiatrice Heidrun Schleff, il fumettista Zerocalcare e la docente universitaria e ricercatrice Donatella Della Ratta.

MEDMeetings – 4° edizione

In collaborazione con l’Assessorato allo Sviluppo economico della Regione Lazio, Lazio Innova, il MIBACT e l’OIM – Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, si terrà la quarta edizione dei MEDMeetings, per una riflessione sulle opportunità commerciali dei film dell’area Euro-Mediterranea. Nell’ambito dei MEDmeetings verrà presentato il nuovo Bando Lazio Cinema International.

Quest’anno segna anche l’inizio dei MedFilm Works in Progress, a cura di Azza Chaabouni: un bando aperto a progetti di finzione e documentari creativi in fase di post-produzione provenienti da Italia e dai Paesi della sponda sud del Mediterraneo. I progetti dei MedFilm Works in Progress verranno valutati da una prestigiosa giuria internazionale composta da Dora Bouchoucha, produttrice tunisina, Rana Eid, regista e sound designer libanese, e Giona A. Nazzaro, Delegato generale della Settimana della Critica di Venezia.

Insieme ai MedFilm WIPS, un’altra novità proposta nell’ambito dei MEDMeetings è la sezione MedFilm Talents, sempre curata da Azza Chaabouni, dedicata ai talenti emergenti provenienti dai Paesi Euro-Mediterranei. Nell’ambito della sezione, si terranno due incontri online tra gli studenti Methexis e Florian Weghorn, Programme Manager di Berlinale Talents. MedFilm Talents mira a diventare un punto di incontro chiave, a Roma e nel Lazio, identitario e riconoscibile, destinato ai talenti emergenti, autori e produttori italiani e dei paesi mediterranei.

Circa 40 studenti universitari saranno parte attiva della 26° edizione del MedFilm. In collaborazione con le università La Sapienza, Tor Vergata, Roma Tre, John Cabot, Università degli Studi Internazionali di Roma UNINT e Link Campus, gli studenti avranno l’opportunità di vivere dall’interno la manifestazione, andando a formare due giurie parallele ed autonome a quelle ufficiali, una per ciascun Concorso (lungometraggi e cortometraggi) a cui sarà affidato l’importante compito di rintracciare le opere che, con maggiore lucidità e compiutezza, avranno saputo comunicare i temi proposti dal festival. Gli studenti delle università La Sapienza, UNINT e Link Campus assegnerà il Premio Unimed al miglior cortometraggio sul dialogo interculturale nel Mediterraneo.

Masterclass con Susanna Nicchiarelli e Babak Karimi

In collaborazione con il Dipartimento di Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma, la Masterclass con Susanna Nicchiarelli si terrà lunedì 9 novembre alle ore 17:00 in diretta sui canali social del MedFilm Festival. Dialogheranno con la regista: Pietro Montani, Professore Onorario di Estetica, Sapienza Università di Roma / Vilnius University, Stefano Velotti, Professore ordinario di Estetica; Dario Checchi, Professore di Estetica; Emiliano Morreale, Docente di Storia del cinema; Veronica Flora, MedFilm Festival; Gianfranco Pannone, MedFilm Festival.

In collaborazione con il Dipartimento ISO Istituto italiano di studi orientali dell’Università La Sapienza di Roma, la Masterclass con Babak Karimi si terrà venerdì 13 novembre alle ore 17:00 in diretta sui canali social del MedFilm Festival. Dialogheranno con l’attore: Laura Guazzone, Professoressa di Storia contemporanea del mondo arabo; Francesco Zappa, Professore di Islamistica; Mario Casari, Professore di lingua e letteratura persiana; Veronica Flora, MedFilm Festival; Gianfranco Pannone, MedFilm Festival.

PREMIO ALLA CARRIERA a Babak Karimi

Per essere un ponte tra le culture del Mediterraneo, un mare che unisce e non divide. In ogni genere che esplora e in tutte le storie che racconta, Babak Karimi sa rappresentare un cinema capace di abbattere barriere e cancellare distanze. Babak si mette continuamente in gioco perché interprete che ama le differenze: è grazie a queste, e al continuo confronto e scambio, che l’umanità si è evoluta nel corso dei secoli. Con questo Premio alla Carriera si intende rendere omaggio ad un attore che con il suo lavoro rappresenta le radici, l’oikos, il mondo che ci ospita e la casa comune che è il nostro Mediterraneo.

PREMIO KOINÉ 2020 all’Associazione NOVE ONLUS per il progetto Pink Shuttle a Kabul

Il premio è di ammirazione e incoraggiamento all’iniziativa, al coraggio delle donne di Nove, guidate da Susanna Fioretti, e alle donne di Kabul, che insieme stanno contribuendo a fare del mondo un posto migliore per tutte e tutti. Il “Pink Shuttle” è un progetto nato in Afghanistan, a Kabul, nel maggio del 2019 con due pulmini, con i quali donne al volante accompagnano altre donne al lavoro, all’università, o dal medico. Quarant’anni di guerra, di cui ancor oggi non si vede la fine, hanno reso pericolosa la vita sociale delle donne, che possono uscire di casa solo se accompagnate da un familiare maschio e non possono condividere spazi pubblici con uomini che non siano della stessa famiglia. Grazie al “Pink Shuttle”, le donne possono muoversi in città e svolgere le loro attività.

Premo Amnesty International

Per il secondo anno consecutivo Amnesty International conferirà il Premio Amnesty per i diritti umani ad un film presentato nell’ambito del MedFilm Festival 2020. Il conferimento del Premio avverrà domenica 15 novembre.

Di Stefano Donghi

Programma completo con tutte le sezioni: www.medfilmfestival.org e www.mymovies.it

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.