LA VITA DAVANTI A SÈ. Il ritorno di Sophia Loren su Netflix

LA VITA DAVANTI A SÈ. Il ritorno di Sophia Loren su Netflix

Reading Time: 2 minutes

LA VITA DAVANTI A SÈ, ultimo film con l’intramontabile Sophia Loren, sarebbe dovuto uscire nelle sale italiane il 3 novembre. Sarà disponibile sulla piattaforma  Streaming Netflix, dove verrà aggiunto in catalogo dal 13 novembre 2020.

La vita davanti a sè

Diretto da Edoardo Ponti, che ha firmato anche la sceneggiatura con Ugo Chiti, è l’adattamento cinematografico del bestseller La Vie devant soi dello scrittore lituano Roman Gary, che l’ha firmato con lo pseudonimo di Emile Ajar. A distanza di dieci anni, dopo la sua ultima apparizione (La mia casa è piena di specchi), la grande attrice italiana Sophia Loren, all’età di 86 anni, interpreta, diretta dal figlio, una storia bella e coraggiosa. Il film potrebbe concorrere all’Oscar che per quest’anno è riservato anche ai film non usciti in sala.

Il romanzo La Vie devant soi, pubblicato da Mercure de France in lingua francese nel 1975, ottenne il premio Goncourt nello stesso anno. Nel 1977 uscì il film La Vie devant soi, diretto dal regista ebreo Moshé Mizrahi, interpretato da Simone Signoret, film che  nel 1978 vinse il Premio Oscar al miglior film straniero, il Golden Globe, il Premio César, e per la Signoret il David di Donatello.

Ora il ruolo che fu di Simone Signoret è affidato alla nostra magnifica Sophia Loren, già vincitrice di due Premi Oscar. Diretta da Vittorio De Sica ne La ciociara, nel 1960,  Sophia Loren vinse il primo Oscar dato ad un’attrice in un film non in lingua inglese. Il secondo Oscar nel 1965, sempre diretta da Vittorio De Sica, per il film Matrimonio all’italiana. Poi, nel 1991 le venne assegnato l’Oscar alla carriera.

Nel cast de La vita davanti a sé, con la Loren ci sono Ibrahima Gueye, Babak Karimi, Renato Carpentieri, Massimiliano Rossi, Diego Pirvu, Simone Surico e la trans Abril Zamora, apprezzata in Spagna.

Il film racconta la storia di Madame Rosa (Loren), sopravvissuta all’Olocausto, ex prostituta, che si prende cura dei figli delle prostitute nel suo modesto appartamento a Bari. Madame Rosa accoglie in casa anche Momo (Ibrahima Gueye), un dodicenne senegalese che aveva tentato in precedenza di derubarla e che spaccia droga per le strade di Bari per sopravvivere. Il film racconta il rapporto fra i due, a tratti turbolento, molto conflittuale, che si trasformerà in una profonda amicizia. Due anime affini, con un destino comune che li legherà indissolubilmente.

Sophia Loren è orgogliosa e felice di lavorare con il suo secondogenito Edoardo: <<Questa è la terza volta che lavoro con mio figlio Edoardo. E’ un grande dono lavorare con una persona che ti conosce così bene quanto tu conosci te stessa, è una scorciatoia, lui mi dà la forza, la sicurezza e non si arrende finché non gli ho dato il massimo. Con lui dietro la macchina da presa ho potuto dare tutta me stessa. E’ un’esperienza che custodirò per sempre sia come attrice che come madre.>>

Di Barbara Manenti

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.