DE LIVING. Ersan Montag per la prima volta al Piccolo di Milano

DE LIVING. Ersan Montag per la prima volta al Piccolo di Milano

Reading Time: 2 minutes

DE LIVING. Dall’11 al 14 novembre, Ersan Mondtag – uno dei registi tedeschi più importanti della nuova generazione – è per la prima volta al Piccolo Teatro con il suo ultimo lavoro che mette in crisi il nostro fatalismo di fronte agli incomprensibili eventi della vita contemporanea.

DE LIVING

Con la sua ultima creazione, De Living – realizzato per il teatro belga NTGent, diretto da Milo Rau Ersan Mondtag è per la prima volta ospite del Piccolo Teatro. Premiato nel 2016 dalla critica tedesca come migliore regista emergente, migliore scenografo e costumista, Mondtag si è affermato come artista a tutto tondo tra i più interessanti della sua generazione: nato a Berlino nel 1987, ha una poetica che attraversa il teatro e la musica, la performance e l’installazione.

De Living si apre con il ritorno di una donna a casa, dove inizia il suo lento cammino verso il suicidio. Assistiamo ai suoi ultimi gesti, al tentativo di mantenere una parvenza di normalità. Per un momento la decisione sembra presa, poi l’esitazione, il desiderio di vivere, il panico.

Ma cosa spinge la donna a suicidarsi? Si può solo speculare sul suo passato. Una storia d’amore infelice? L’incapacità di resistere alle continue pressioni della società? Oppure l’ultimo atto della vita di questa donna è legato meno al destino individuale e più alla tragica esperienza dell’umanità in un distopico ma prossimo futuro? E se il tempo scorresse diversamente, sarebbe possibile tornare indietro? Due spazi e due linee temporali dividono simmetricamente la scena di De Living come fossero l’una il riflesso dell’altra. Ad abitarle nei panni della donna sono le gemelle Doris e Nathalie Bokongo Nkumu, danzatrici hip-hop conosciute come Les Mybalés. Tra sogno e incubo la potenza del teatro di Mondtag rende superflua ogni parola e distilla dal destino di un individuo l’esperienza tragica dell’umanità intera.

Presentazione

www.piccoloteatro.org

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.