MA IL TEATRO C’È. Il Parenti di Milano presenta la Stagione nonostante le difficoltà

MA IL TEATRO C’È. Il Parenti di Milano presenta la Stagione nonostante le difficoltà

Reading Time: 2 minutes

MA IL TEATRO C’È- Noi ci siamo. E voi? Il teatro Franco Parenti di Milano, nonostante le difficoltà dell’ultimo periodo, che stanno aumentando, ha presentato la nuova stagione 2020/21. Un partecipato incontro tra artisti, autorità politiche locali e stampa, alla giusta distanza e con mascherina, ha sottolineato quanto sia grande la volontà di fare teatro.

Come ha precisato la direttrice dell’importante teatro milanese, Andrée Ruth Shammah, la formula scelta della presentazione della stagione non è stata quella della classica conferenza stampa. Chi è intervenuto è salito sul palco della Sala Grande del Parenti, che può ospitare il numero di spettatori permesso dal Decreto del Presidente del Consiglio.

Il Parenti riparte quindi nonostante le difficoltà e le incertezze forte anche dell’affetto del pubblico che lo ha premiato negli scorsi mesi, con una grande partecipazione agli spettacoli scelti dalla direzione artistica. Sono già 1500 gli abbonamenti confermati. Giovedì in Lombardia scatterà il temuto coprifuoco alle 23.00, ma gli spettacoli del Parenti avranno inizio alle 19.30, mentre quelli delle 21.00 saranno anticipati alle 20.30.

MA IL TEATRO C’È – Noi ci siamo. E voi?

Shammah ha iniziato la presentazione citando una toccante poesia del poeta, scrittore e drammaturgo austriaco Reiner Maria Rilke e ringraziando chi ha partecipato dimostrando così di superare la paura.

Del teatro c’è sempre bisogno, e senza la cultura il risultato sarebbe comunque un ulteriore inaridimento. A questo si aggiunge l’impresa teatro che dà lavoro agli operatori dello spettacolo, piegati dalla pandemia, e che saranno costretti a trovare nuove idee e nuove forme di espressione. Gli assessori alla cultura Stefano Bruno Galli della Regione Lombardia e Filippo Del Corno di Milano, hanno entrambi ribadito la sicurezza del “luogo” teatro: dati Agis e continuo monitoraggio all’ingresso.

Il programma del Parenti è ricco di appuntamenti e continuerà fino a giugno 2021. Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il direttore del Teatro la Pergola di Firenze che rinnova la collaborazione con il Parenti, Filippo Timi sempre istrionico e ironico e Lucia Mascino che al Parenti presenterà due spettacoli.

Sono circa cinquanta i titoli in cartellone spalmati in quattro rassegne: Campo aperto, Riscoprire certezze, In prima persona e Incontri

Campo aperto, già iniziato da qualche settimana, presenterà i prossimi giorni, online, Il filo invisibile, di e con Andrea Azzolini. In prima persona ha debuttato con Locke di e con Filippo Dini, spettacolo ancora in scena. Promenade de Santé con Filippo Timi e Lucia Mascino e la regia di Giuseppe Piccioni aprirà invece Riscoprire certezze, mentre la lectio di Haim Baharier su Eterna e attuale. Il paradossi della saggezza ebraica inaugurerà Incontri con serate con chi ha non solo ha da dire, ma anche da insegnare.

Di Lucilla Continenza

Programma completo: www.teatroparenti.it

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.