SUL PIÙ BELLO, inno alla determinazione di Alice Filippi

SUL PIÙ BELLO, inno alla determinazione di Alice Filippi

Reading Time: 2 minutes

SUL PIÙ BELLO, commedia, opera prima di Alice Filippi, è stato presentato in anteprima il 17 ottobre 2020 tra gli eventi speciali della 18ma edizione di Alice nella città (15-25 ottobre), sezione autonoma e parallela alla festa del Cinema di Roma. La regista, lo sceneggiatore Roberto Proia e il cantautore genovese Alfa, autore della title track del teen movie, sono stati a Roma per presentare il film al pubblico dei più giovani. Prodotto per Eagle Pictures da Roberto Proia in collaborazione con Weekend Films e distribuito da Eagle Pictures, esce nelle sale italiane da mercoledì 21 ottobre. Tratto dall’omonimo romanzo di Eleonora Gaggero, racconta la storia d’amore tra Marta, giovane malata terminale, volitiva, forte e autoironica, e Arturo, un ragazzo bello e ricco.

Sinossi

Marta (Ludovica Francesconi), 19 anni, universitaria e con un lavoro part-time in un supermercato, è orfana dall’età di tre anni e soffre di Mucoviscidosi (fibrosi cistica), una rara malattia genetica che degenera. Marta con autoironia si definisce un brutto anatroccolo, ha un carattere travolgente, solare, sogna il grande amore, e vuole sentirsi dire <<ti amo>> da una ragazzo bello, anzi, il più bello di tutti.

Jacopo (Jozef Gjura) e Federica (Gaja Masciale) sono la sua famiglia, coinquilini, amici affidabili, leali, pronti a qualsiasi cosa, pur di aiutare l’un l’altro. Marta ad una festa vede Arturo (Giuseppe Maggio), bellissimo, e investiga su di lui, reputandolo una preda perfetta. Jacopo e Federica l’assistono nella caccia alla preda, pur temendo il peggio.

Marta è determinata nel suo progetto, non teme la presenza della bellissima rivale Beatrice (Eleonora Gaggero), ma s’innamora di Arturo e questo importante sentimento la rende apparentemente più debole a gareggiare nella conquista. 

Sul più bello: ironico invito a riflettere sui pregiudizi

Marta, caratterizzata nel film con una personalità ottimista e sprezzante del pericolo, sogna il principe azzurro, bellissimo e innamoratissimo. È esteticamente bruttina. Si è costruita un personaggio positivo, è sempre pronta alle battute ironiche, che sono la forza del suo carattere.

L’opera prima di Alice Filippi, seppur acerba, risulta fresca e coinvolgente. Sul più bello è un film indirizzato soprattutto a un pubblico giovane troppo sollecitato da mode e perfezioni da social e photoshop. Marta infatti sdrammatizza sulla sua malattia, nasconde la sua paura per il poco tempo che le rimarrebbe da vivere ed ha fretta di conquistare ciò che desidera al più presto. Il lavoro part-time al supermercato è il suo teatro, dove gioca e si diverte, annunciando al microfono le offerte del giorno con un tono di voce seducente e coinvolgente. Può quindi apparire (senza essere vista) bella, affascinante e in pace con se stessa.

Arturo invece ha tutto sin dalla nascita: bellezza, ricchezza, amici, carriera e passioni. L’incontro con Marta e la sua spontaneità lo indurranno a mettere in discussione tutta la sua vita.

Alice Filippi è nata nel 1982 a Mondovì (Cuneo). Diplomata alla New York Film Academy in regia, dal 2005 è aiuto regista di Carlo Verdone. Ha collaborato inoltre con Montaldo, Martone, Marengo, Infascelli e Veronesi. In ambito internazionale come aiuto alla regia  per Ryan Murphy, Ron Howard, Sam Mendes, Clint Eastwood e sulla serie tv di Sky <<I Borgia>> (2012). Suoi gli spot pubblicitari sulla sicurezza stradale <<Fai come me>>.

Di Judith Maffeis Sala

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.