CINEMA BELTRADE: le novità fino a metà settembre

CINEMA BELTRADE: le novità fino a metà settembre

Reading Time: 8 minutes

Il CINEMA BELTRADE di Milano, una delle più interessanti sale cinematografiche d’Italia, presenta il ricco programma dal 31 agosto al 17 settembre

Programma

lunedì 31 agosto alle 21.30 il regista Marcello Sannino presenta in sala il suo film ROSA PIETRA STELLA

Il cinema partenopeo continua a produrre storie molto interessanti e ben raccontate, che sviscerano con lucidità aspetti del nostro tempo. La storia di Carmela, protagonista di ROSA PIETRA STELLA, si inserisce in questo fecondo filone di cinema che al tempo stesso è vero e verista, ma anche metaforico e di ampio respiro poetico. Presentato al pubblico internazionale allo scorso Festival di Rotterdam, poi al Giffoni nella categoria +18, e proiettato in Piazza del Popolo alla Mostra del Cinema di Pesaro.

ROSA PIETRA STELLA

un film di Marcello Sannino con Ivana Lotito, Ludovica Nasti, Fabrizio Rongione, Imma Piro; sceneggiatura: Marcello Sannino, Giorgio Caruso, Guido Lombardi; fotografia: Alessandro Abate; montaggio: Giogiò Franchini; musiche: Riccardo Veno; produzione: Parallelo 41, Bronx Film, PFA Films; distribuzione: PFA Films. Italia, 2019;  94 minuti; v.o. in italiano.

A Portici, alla periferia di Napoli, Carmela è una giovane madre sola che vive in condizioni precarie, sotto perenne minaccia di sfratto, insieme alla madre e alla figlia undicenne Maria. Scaltra e battagliera, Carmela deve però arrangiarsi come può per sbarcare il lunario ed evitare che i servizi sociali le portino via Maria. Tra lavori occasionali, come quello di hostess, e abboccamenti meno che leciti con un avvocato per procurare permessi di soggiorno agli stranieri, Carmela si fa aiutare come può dalla sorella Nunzia e da Tarek, un uomo algerino dal cuore gentile.

martedì 1 settembre alle 21.30 arriva una proiezione speciale di MONOS – UN GIOCO DA RAGAZZI seguita da una chiacchierata skype con il regista Alejandro Landes

Un’occasione per fare due chiacchiere dopo il film con il regista di questa straordinaria opera prima, che con il suo registro inquietante e lievemente fantascientifico e filosofico sa incarnare un momento storico di grande incertezza. 

MONOS – UN GIOCO DA RAGAZZI

Prende spunto dalla realtà colombiana, ma si solleva in volo assai più ampio con rimandi letterari e cinematografici (da Cuore di tenebra/Apocalypse now a Il signore delle mosche). Il film concentra l’attenzione su un fantomatico gruppo di guerriglieri adolescenti che ha misteriosamente preso in ostaggio una donna, e sule dinamiche che si sviluppano nel gruppo.

Un esordio potente e duro, dal sonoro fortemente evocativo, curatissimo nelle immagini, salutato con entusiasmo da registi come Del Toro e Iñárritu, presentato al Sundance (premio speciale della giuria) e alla Berlinale 2019, miglior film al BFI – London Film Festival.

giovedì 3 settembre giornata inaugurale per il film SEMINA IL VENTO, con più proiezioni durante il giorno e alle 21.30 serata con ospite in sala il regista Danilo Caputo insieme a Mario Blaconà di Filmidee, e collegamento skype con l’interprete Yile Yara Vianello e la co-protagonosta Feliciana Sibilano

SEMINA IL VENTO è l’opera di un regista, Danilo Caputo, da tenere d’occhio per il garbo con cui entra intimamente ma anche con forza nelle questioni che gli premono, attraverso il racconto del ritorno di Nica, la giovane protagonista, alla sua terra, tra uliveti e fabbriche. Il film, di forte impegno sul piano ambientale, mostra un inquinamento fisico e mentale e una situazione nella quale occorre dare voce a quei giovani che rinnovano la loro resistenza destreggiandosi tra la denuncia di ciò che non va e la valorizzazione della bellezza.

Seguirà un secondo appuntamento in data da definire, in collaborazione con ospiti da associazioni ambientaliste e sempre con collegamento skype.

SEMINA IL VENTO

un film di Danilo Caputo con Yile Yara Vianello, Caterina Valente (II), Espedito Chionna, Feliciana Sibilano; sceneggiatura: Danilo Caputo, Milena Magnani; fotografia: Christos Karamanis gsc; montaggio: Sylvie Gadmer; musiche: Valerio Camporini; produzione: Okta Film; distribuzione: I Wonder.

Italia, Francia, Grecia, 2020; 91 minuti.

2020 Berlinale: Panorama

Nica, 21 anni, abbandona gli studi d’agronomia e torna a casa, in un paesino vicino Taranto, dopo tre anni d’assenza. Lì trova un padre sommerso dai debiti, una terra inquinata, degli ulivi devastati da un parassita. Tutti sembrano essersi arresi davanti alla vastità del disastro ecologico e suo padre aspetta solo di poter abbattere l’uliveto per farne soldi. Nica lotta con tutte le sue forze per salvare quegli alberi secolari ma l’inquinamento ormai è anche nella testa della gente e lei si troverà a dover affrontare ostacoli inaspettati.

sabato 5 settembre torna al Beltrade Andrea Segre per presentare il suo ultimo lavoro, MOLECOLE, film di pre-apertura della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Doppia proiezione, ore 20.10 e 21.50: il regista sarà presente per entrambe

Nato in modo inatteso nel periodo del lockdown in una Venezia abitata solo dai suoi rari abitanti, MOLECOLE di Andrea Segre è un film che fa tesoro delle immagini di quei giorni, di materiali d’archivio e della memoria famigliare dell’autore, capace di raccontare un luogo al tempo stesso “suo” e di tutti, simbolico nel suo essere al tempo stesso vulnerabile e forte di una bellezza impareggiabile e drammaticamente ferita.

MOLECOLE

un film di Andrea Segre; con Gigi Divari, Elena Almansi, Maurizio Calligaro, Giulia Tagliapietra, Patrizia Zanella; sceneggiatura: Andrea Segre; montaggio: Chiara Russo; fotografia: Andrea Segre, Matteo Calore; musiche: Teho Teardo; produzione: Zalab Film Con Rai Cinema; distribuzione: Zalab/Lucky Red; Italia, 2020; 68 minuti.

Ci sono cose che è molto difficile per un padre condividere con il proprio figlio e che un figlio può iniziare a capire solo diventando padre. Tra febbraio e aprile di quest’anno Andrea Segre, che da anni vive a Roma, è rimasto bloccato dal lockdown a Venezia, la città di suo padre Ulderico. Lì stava lavorando a due progetti di teatro e cinema sulle grandi ferite della città: il turismo e l’acqua alta. Mentre girava, il virus ha congelato e svuotato la città davanti ai suoi occhi, riconsegnandola alla sua natura e alla sua storia, e in qualche modo anche a lui. Ha raccolto appunti visivi e ha trascorso quei giorni nella casa di famiglia, dove ha avuto modo di scavare nei ricordi. Archivi personali in Super8 del padre del regista e vero protagonista del film si alternano a incontri con cittadini veneziani, che raccontano il rapporto tra la città e le acque e nello stesso tempo vivono l’arrivo inatteso del grande vuoto che ha invaso Venezia e gran parte del mondo. A tenere insieme le immagini sono la voce fuoricampo del regista, le musiche di Teho Teardo e un’atmosfera di attesa e stupore, che pervade tutto il materiale visivo ed esistenziale di questo strano viaggio.

– aspettando il Festival MIX:

lunedì 7 settembre alle 21.30 il regista Marco S. Puccioni presenta il suo ultimo film, TUTTINSIEME

martedì 8 settembre alle 21.30 il regista Marco S. Puccioni presenta il suo ultimo film, TUTTINSIEME

martedì 15 settembre alle 21.30 torna il film che racconta la vita di Mario Mieli, GLI ANNI AMARI, proiezione speciale, a seguire skype con Nicola Di Benedetto

Le due proiezioni sono realizzate in collaborazione con il festival Mix, che sarà presentato per l’occasione da Andrea Ferrari e Paolo Armelli.

TUTTINSIEME

un film di Marco Simon Puccioni con Giampietro Preziosa, Marco Simon Puccioni

fotografia: Paolo Ferrari; montaggio: Silvana Costa; musiche: Teho Teardo

produzione e distribuzione: Inthelfilm

Italia, 2020, 82 minuti.

presentato al Biografilm Festival – International Celebration of Lives, 2020

Il dialogo intimo tra due padri che ripercorrono gli ultimi quattro anni della crescita dei loro gemelli. Ricordano come i loro figli hanno elaborato, in diverse età, vivere in una famiglia con due padri, rispondendo alle domande dei loro compagni sulla madre o giocando sui nomi e sui ruoli. Rivivono il clima di forte contrapposizione in cui Monica Cirinnà è riuscita a dare all’Italia una legge sulle unioni civili. Coltivano la relazione calda e affettuosa con le famiglie americane della “dede” e della “dona” che hanno permesso la nascita dei figli. Ritornano al momento di festa dell’unione civile celebrata da Nichi Vendola e cercano, tra diverse sensibilità, i nomi da dare alle persone delle famiglie allargate nate con le tecniche di procreazione assistita.

– nell’ambito della MOVIEWEEK, in collaborazione con Milano Film Network, due film de L’Altauro:

lunedì 14 settembre alle 21.30 serata di presentazione del film LA STRADA PER LE MONTAGNE

giovedì 17 settembre alle 21.30 serata di presentazione del film L’APPRENDISTATO

Micol Roubini presenta LA STRADA PER LE MONTAGNE: un “docu-noir” alla ricerca di radici che si perdono tra le nevi dell’Ucraina di oggi, tra storia e Storia, nei misteri più oscuri di un rimosso famigliare e collettivo.

Artista e filmmaker e cofondatrice della casa di produzione l’Altauro insieme a Davide Maldi, Micol Roubini esordisce con il suo primo lungometraggio , un film alla ricerca di radici che, una volta denudate, conducono verso altri misteri di dimensioni sempre più ampie.

LA STRADA PER LE MONTAGNE

un film di Micol Roubini, sceneggiatura: Micol Roubini, fotografia: Davide Maldi; montaggio: Micol Roubini, Davide Minotti; produzione: L’Altauro, Dugong Films. Italia, Francia 2019, 84 minuti.

2020, Trieste FF, Premio Corso Salani; 2019: FilmMaker IFF, Fuori Concorso; Cinema du Réel, in concorso; IsReal Festival, in concorso; IFF Innsbruck, in concorso.

La strada per le montagne è la ricerca della casa appartenuta al nonno della regista e ritratta in una fotografia risalente al 1919. Al centro di un remoto villaggio dell’Ucraina occidentale, una vasta area misteriosamente inaccessibile: guardie armate perlustrano il territorio giorno e notte. Senza alcuna ragione apparente.

Davide Maldi presenta il suo film L’APPRENDISTATO. Il film rimane in programmazione

L’apprendistato è il racconto delicato e profondo del primo anno di formazione all’arte del servire del giovane Luca e dei suoi compagni di classe, presso un prestigioso Istituto alberghiero, attraverso il complesso tessuto di regole e disciplina imposto dal mestiere e dalla vita futura che li aspetta.

L’APPRENDISTATO – THE YOUNG OBSERVANT

un film di Davide Maldi; con Luca Tufano, Mario Burlone, Lorenzo Campani, Enrico Colombini,
Cristian Dellamora, Damiano Oberoffer, Ernesto Alberti Violetti; sceneggiatura: Davide Maldi, Micol Roubini; fotografia: Davide Maldi;montaggio: Enrica Gatto; musiche:Freddie Murphy, Chiara Lee; produzione: Invisibile Film, L’Altauro, Red House Produzione; distribuzione: Movieday; Italia, 2019; 84 minuti. v.o. in italiano

72° Locarno FF, sez. Cineasti del presente; DokFestival Leipzig; Annecy Cinema Italien; Festival du Cinema Contemporain Italien de Tours; Thessaloniki Documentary FF.

Sulla cresta della montagna, all’imbrunire, un ragazzo di quattordici anni riporta il pascolo nella stalla di casa per l’ultima volta. La vita tra le montagne sta per finire. Il mattino successivo, Luca e i suoi futuri compagni salgono per la prima volta le imponenti scalinate del prestigioso collegio alberghiero Mellerio Rosmini rinomato per il metodo d’insegnamento rigido: è una scuola d’altri tempi che ha l’ambizione di formare personale in grado di inserirsi in alti ranghi lavorativi.

Luca è timido, intelligente, ma non molto propenso allo studio. Di giorno le lezioni di portamento, cucina, sala, accoglienza, diritto… mettono Luca continuamente in difficoltà. A differenza dei suoi compagni, fa fatica ad allinearsi a questo mondo fatto di norme precise, il cui parametro ultimo è quello di chinare il capo senza discutere e servire il cliente. Tutto gli è estraneo. Alla fine dell’anno scolastico Luca verrà giudicato idoneo o meno alla professione e scegliere quindi se rinunciare alla sua libertà.

L’APPRENDISTATO avrà un’altra serata con ospiti in sala (regista e protagonisti) anche sabato 19 settembre, sempre alle 21.30.

Le dirette del Beltrade e non solo: ogni mercoledì alle 17.00 si parla di cinema sulle pagine facebook delle sale indipendenti, con LO STRILLO

LO STRILLO è un appuntamento settimanale con redattori, giornalisti e appassionati di Film Tv in diretta condivisa dai cinema – non solo dal Beltrade ma da più sale, tra cui Postmodernissimo di Perugia, l’Iris di Messina, l’Odeon di Vicenza e il Cineteatro Peppino Impastato di Cologno Monzese. Nella diretta, prendendo spunto dall’ultimo numero di Film TV, si parla di cinema e soprattutto di film in sala, nuove uscite e questioni legate al mondo del cinema in sala.

Il Beltrade sul sofà: ARTE E PARTE presenta: ESTERNI (ONLINE), a cura di Susanna Schoenberg

Il Beltrade sul sofà continua a offrire agli appassionati la possibilità di vedere online film passati dalla programmazione in sala, scelti tra quelli delle distribuzioni indipendenti con cui abitualmente lavora.

Inoltre, all’interruzione del progetto ARTE E PARTE coordinato da Susanna Schoenberg, che portava la videoarte sullo schermo del cinema e gli artisti in sala, quattro artiste partecipanti a quel progetto hanno trasformato i loro lavori producendo un video pensato per la visione online degli spettatori del Beltrade.

ESTERNI (ONLINE) è un film a episodi di Susanna Schoenberg, Johanna Steindorf, Evamaria Schaller, Céline Berger, distribuito da arte-e-parte, agenzia per la collaborazione tra artiste/i e la contestualizzazione della pratica dell’arte contemporanea.

La proposta online è stata elaborata durante il lockdown a seguito della sospensione degli appuntamenti con l’arte in sala.

Gli esterni sono territori, paesaggi, cartografie, montagne, confini messi in scena tra il Marocco e la Francia, passando per la Spagna e arrivando infine a Milano, zona Centrale.

il video è accompagnato da un dialogo tra le autrici che si trova nella scheda sul sito del Beltrade, da dove è possibile accedere alla visione del film: https://bandhi.it/bah/beltrade/production/arte-e-parte-esterni-online/

Presentazione

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.