SIBERIA. Il “viaggio” di Abel Ferrara, dal 20 agosto nelle sale

SIBERIA. Il “viaggio” di Abel Ferrara, dal 20 agosto nelle sale

Reading Time: 2 minutes

SIBERIA. Dal 20 agosto arriva al cinema l’ultimo film dello statunitense Abel Ferrara, Siberia con Willem Dafoe. Si tratta di una produzione Vivo film con Rai Cinemamaze pictures e Piano. Ferrara si cimenta in un viaggio sia fisico che nell’inconscio del protagonista. Con Dafoe recitano: Dounia Sichov, Simon McBurney, Cristina Chiriac, Daniel Giménez Cacho. Siberia è distribuito in Italia da Nexo Digital con MYMovies.it. Le riprese del film si sono tenute anche in Italia, in Trentino Alto-Adige, a Bolzano e nei dintorni di Bressanone.

Siberia: viaggio tra la natura selvaggia e quella umana

Protagonista è Clint, Dafoe, un uomo schivo e inquieto che decide di vivere in un luogo solitario, tra i ghiacci della Siberia. Gestisce un locale per viandanti e per i pochi abitanti del luogo. Clint vive in una baracca alla ricerca di pace interiore e equilibrio che non trova. Decide quindi di mettersi in viaggio con la sua slitta e i suoi cani, che sono il suo unico mezzo di trasporto, alla ricerca di se stesso nel mondo che aveva lasciato. Si confronterà con sogni, i ricordi e le visioni, e i suoi demoni interiori che lo hanno psicologicamente distrutto.

Ferrara ha voluto ispirarsi a Jack London come spiega lo stesso regista che dopo aver girato Pasolini, ha voluto immergersi nella natura nel senso letterale del termine e pure in quella umana: “Un posto, una sorta di universo alla Jack London, mute di cani, una serie di incontri e di soste nel corso di un viaggio, segnati da luoghi e tempi selvaggiamente diversi (…) Questo non è un addio a quello che ho fatto e abbiamo fatto sino ad ora, è una continuazione. A partire dal mio primo film mi sono immerso sempre più nell’oscurità. Nutro un grande desiderio per quello che il cinema può essere” (Ansa)

Il film è stato molto apprezzato al festival di Berlino ed è tra i primi a tornare nelle sale con l’auspicio come sottolinea Franco di Sorro di Nexo Digital: “Un segnale di ripartenza per tantissime sale sul territorio“.

Di Stefano Donghi

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.