L’ARENA DI VERONA riparte dalla lirica con tante stelle

L’ARENA DI VERONA riparte dalla lirica con tante stelle

Reading Time: 2 minutes

Nonostante il Covid19, riapre anche l’Arena di Verona con Nel cuore della musica, che prevede spettacoli d’opera lirica. Il melodramma, consueto protagonista, è stato invece spostato al 2021. Il cartellone della Fondazione areniana inizierà il 25 luglio, alle ore 21,30, con una grande e importante serata dedicata ai medici e operatori sanitari.

La stagione terminerà il 29 agosto. Tanti i grandi nomi che si esibiranno in quella che vuole essere una stagione di speranza e rinascita: Placido Domingo, grande ospite di due serate, Katia Ricciarelli, Marcelo Alvarez, Vittorio Grigolio, Leo Nucci. E ancora Francesco Meli, Saimir Pirgu, Fabio Sartori, Roberto Aronica, Fabio Armiliato, Barbara Frittoli, Eleonora Buratto, Luca Salsi, Daniela Barcellona, Michele Pertusi,Vittoria Yeo, Sonia Ganassi, Alex Esposito e tanti altri di importanza nazionale che internazionale. Sono garantite le migliori voci, dalla prima all’ultima serata, con direttori di consolidata esperienza e allestimenti di grande impatto visivo.

Affermano nel comunicato: “È grazie allo spirito di tutela della qualità artistica che gli sponsor, a partire dal major partner Unicredit, hanno confermato il loro impegno rendendo quest’edizione realizzabile, nonostante la grave penalizzazione della biglietteria. Invece dei 13.500 spettatori della capienza massima normale, saranno non più di 3.000 gli spettatori seduti a distanza di sicurezza di almeno un metro sulle gradinate. Distanziamento previsto anche per le fasi di entrata e uscita. In platea non ci sarà il pubblico ma il palcoscenico con l’orchestra, il coro, i solisti.

Arena di Verona

Il cartellone 2020 sarà dedicato a grandi nomi: Mozart, Verdi, Wagner, Vivaldi con le Quattro Stagioni (serata speciale), Puccini, Rossini e altro ancora.

Il sovraintendente Cecilia Gasdia afferma: Garantire continuità al nostro teatro, ai nostri artisti, lavoratori e al nostro territorio non è stato e ancora oggi non è facile, penalizzati come siamo dalla capienza costretta a 1000 spettatori sulla normale dimensione di 13.500. È importante dunque da un lato ringraziare i nostri sponsor che non ci hanno mai lasciati soli e d’altro canto continuare a lavorare insieme alle forze migliori del territorio. Dobbiamo dirci soddisfatti di una stagione che fa di un limite un’opportunità e ci dà la possibilità di sperimentare, portare titoli rari, affrontarli con creatività e senza paure. Dobbiamo e vogliamo credere che tutte le fatiche, anche i dolori e le preoccupazioni degli ultimi mesi possano diventare sprone per guardare avanti lanciando i cuori oltre l’ostacolo e ritrovarci così domani con un’Arena più forte, ambasciatrice dell’eccellenza italiana nel mondo“. 

Conclude in Sindaco di Verona e Presidente di Fondazione Arena, Federico Sboarina:Questo Festival è il simbolo della rinascita della nostra città, della musica e della cultura che grazie a Fondazione Arena tornano a essere protagoniste a Verona e in Italia. Con Nel cuore della Musica abbiamo dato vita a un progetto unico: sul nuovo palco centrale, si esibiranno alcuni tra i più grandi artisti italiani e internazionali e andranno in scena première assolute, mai realizzate prima nell’anfiteatro. Sono convinto che l’edizione 2020 del Festival sarà straordinaria, in tutti i sensi. A partire dalla serata inaugurale che è pensata come omaggio all’arte e alla musica italiana e a quanti, durante l’emergenza sanitaria, sono stati in prima linea nella lotta contro il virus (…)”.

Di Barbara Manenti

Programma dettagliato: https://www.arena.it/arena/it/season/programma-arena-di-verona.html

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.