Riapre il cinema BELTRADE di Milano, dal 15 giugno

Riapre il cinema BELTRADE di Milano, dal 15 giugno

Reading Time: 3 minutes

Il cinema BELTRADE di Milano annuncia la sua riapertura a partire da lunedì 15 giugno, nel rispetto delle nuove regole imposte dai decreti ministeriali e dai conseguenti protocolli di applicazione. Il pubblico sarà quindi accolto in sala con modalità nuove, volte a garantirne la massima sicurezza e tranquillità di visione, ma con la consueta famigliarità e passione per il cinema su grande schermo.

Il primo film della giornata, alle ore 12.30, sarà LA SCOMPARSA DI MIA MADRE, il titolo più visto “sul sofà”, cioè sul canale VoD del Beltrade nei mesi della quarantena. A presentare il film, ci sarà in sala il regista Beniamino Barrese. Il film è distribuito da Reading Bloom, valente casa di distribuzione di film di qualità che ha messo vari titoli a disposizione del canale VoD del Beltrade nel periodo della quarantena.

Seguirà, alle 15.30 CHE FARE QUANDO IL MONDO è IN FIAMME di Roberto Minervini, in v.o. inglese con sottotitoli in italiano, distribuito da Valmyn e Cineteca di Bologna. La scelta di riprendere questa pellicola risponde al desiderio di soffermarsi sulla gravità dei fatti accaduti nei giorni scorsi negli Stati Uniti e che invitano a riflessione e approfondimento: stiamo organizzando anche una conversazione skype con Roberto Minervini per uno dei giorni successivi: spiega il cinema Beltrade.

Alle 18.30 si prosegue con la prima proiezione di PJ HARVEY. A DOG CALLED MONEY. Distribuito in Italia da Wanted Cinema, il film di Seamus Murphy dedicato alla musicista inglese è uscito nelle scorse settimane con la modalità on demand per le sale virtuali scelta da Wanted Cinema. Il cinema Beltrade tuttavia ha deciso di non aderire alla proposta perché, in vista ormai della possibile riapertura, ha preferito attendere per poter proporre ai suoi spettatori la visione in sala. Anche questo titolo sarà proiettato in v.o. inglese con sottotitoli in italiano.

Il film, diretto dal fotografo irlandese Seamus Murphy e prodotto con il patrocinio di Amnesty International, è l’incontro di diverse forme d’arte, il cinema e la musica, il suono e la fotografia, realizzato a seguito di una collaborazione intensa e duratura. La musicista britannica ha infatti accompagnato più volte Murphy nei suoi viaggi, in Afghanistan, Kosovo e a Washington DC. Da quei viaggi e dagli appunti del fotografo nasce The Hope Six Demolition Project, l’album di 11 tracce registrato in uno studio “trasparente” costruito appositamente a Londra. Murphy ha a sua volta seguito le fasi della registrazione documentandone la nascita. Cantante di culto fin dagli anni ’90, nota anche per le collaborazioni con Nick Cave e Thom Yorke, PJ Harvey è ritratta nel film in modo intimo, attraverso il suo sguardo, il processo creativo, le sue azioni e i suoi gesti.

Alle 21.30 il critico del Corriere della Sera Maurizio Porro presenterà in video-collegamento il film della serata, I VITELLONI, con cui il cinema Beltrade festeggia la riapertura celebrando contemporaneamente il centesimo anniversario della nascita di Alberto Sordi e il centenario di Federico Fellini. Il film è nella versione restaurata e distribuita dalla Cineteca di Bologna. Storia di cinque giovani un po’ scapestrati e infantili che si arrangiano come possono nella sonnolenta vita di provincia.

Il film vede come interpreti Riccardo Fellini, fratello del regista, Franco Fabrizi (doppiato da Nino Manfredi), Franco Interlenghi e Leopoldo Trieste accanto ad Alberto Sordi, fortemente voluto da Fellini nonostante la scarsa stima che in quel momento iniziale la critica cinematografica gli riservava. Fu il primo film di Fellini distribuito anche all’estero, con ottimi riscontri.

Tutti i film, sempre in v.o. sottotitolata, proseguono come sempre nei giorni seguenti con orari a rotazione.

Presentazione

Programmazione: www.cinemabeltrade.net

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.