SLOAN. Ci lascia l’artista che insegnava l’inglese divertendo

SLOAN. Ci lascia l’artista che insegnava l’inglese divertendo

Reading Time: 3 minutes

<< La prima volta che sono arrivato in Italia mi sono innamorato immediatamente. In Gran Bretagna abbiamo un pagliaccio bugiardo e psicopatico come primo ministro. Da inglese non posso dire più niente: Berlusconi è Gandhi paragonato a Boris Johnson.>> Cit. John Peter Sloan (Coffe Break, La7)

È mancato il 25 maggio JOHN PETER SLOAN insegnante di inglese, musicista, attore, regista e scrittore. Si era fatto conoscere a Zelig per il suo metodo divertente e efficace di insegnare l’inglese, giocando con i dettagli. Il metodo Sloan si basa sulla convinzione che gli italiani facciano fatica ad apprendere l’inglese a causa di corsi poco coinvolgenti che non aiutano a memorizzare la lingua.

Video di John Peter Sloan del 20 maggio

Malato di asma sin dalla nascita e con un enfisema polmonare, ci lascia a soli 51 anni a causa di una grave crisi respiratoria, a Menfi in Sicilia, dove si era trasferito da qualche anno.

John Peter Sloan, personaggio ironico e con spirito avventuroso

Sloan nasce a Birmingham nel 1969, da padre inglese e madre irlandese. A 16 anni lascia il Regno Unito per tentare la carriera di cantante e chitarrista. Nel 1990 arriva in Italia dove fonda il gruppo rock The Max. Diventato padre decide di fermarsi in Italia per insegnare la lingua inglese con un metodo ludico, che porta a Zelig, nella rassegna Zelig in English. È subito successo.

Scrive diversi spettacoli teatrali che interpreta come protagonista e ne è anche regista, esibendosi con attori comici inglesi e italiani. Scrive e interpreta il monologo brillante I’m not a Penguin, rappresentato nei maggiori teatri italiani. Sono spettacoli educativi, commedie esilaranti: Culture Shock, An Englishman in Italy, Full Moon e Instant English.  

Il suo libro Instant English, pubblicato nel 2010, vende oltre 300.000 copie e viene riproposto con successo anche in Francia, Germania, Spagna, Polonia e Brasile.

Nel 2011 fonda la sua prima scuola, John Peter Sloan – la Scuola, a Milano, e nel 2013 apre una seconda sede a Roma, e infine a Menfi.

sloan

Attraverso articoli-lezioni seguendo sempre il suo metodo, pubblicate da Speak Up e dal settimanale Diva e donna Sloan insegna anche con podcast gratuiti e l’applicazione English Now. Prosegue con la pubblicazione di manuali pratici per i viaggi turistici e specifici per il lavoro. In collaborazione con Pearson Longman pubblica My fun summer 1 e 2 per la scuola media con CD.

Con il gruppo de La Repubblica/Espresso progetta e scrive tre collane di DVD e libretti. Con Mondadori nel 2014 pubblica English a zero. Nel 2015 pubblica anche Espanol da zero, distribuito con Il Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport. Nel 2016 esce Français da zero e si trasferisce a Menfi.

«È avvenuto tutto improvvisamente. Soffriva di asma, aveva un enfisema, ma niente di preoccupante. Poi, ieri sera, è stato trasferito in ospedale, ha avuto un aggravamento e non c’è stato nulla da fare», ha detto commossa all’Agi la sua agente, Stefania Milanesi.

Ricordano Sloan i molti che gli hanno voluto bene, in particolare, gli attori e amici del cuore Maurizio Colombi e Herbert Pacton che afferma nei suoi profili social: <<Hai saputo tirar fuori il meglio di me, come persona e come attore. Ho sempre avuto una grandissima ammirazione per le tue idee geniali, mi hai preso sotto la tua ala e mi hai fatto planare e sono stati momenti incredibili (…)Ti ho voluto sempre sempre sempre un gran bene amico mio ed ora ti devo dire addio. Ti porterò per sempre nel mio cuore Mate>>.

Di judith Maffeis Sala

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.