NETFLIX maggio 2020. Alcuni dei migliori film di sempre e altro ancora

Reading Time: 7 minutes

NETFLIX MAGGIO 2020. Netflix, in controtendenza con altri settori messi in ginocchio, come lo spettacolo dal vivo, ha aumentato il già vasto numero dei suoi abbonati. Per i cinefili che si posizionano tra il nerd e il mainstream, a maggio sarà possibile rivedere o vedere per la prima volta alcuni capolavori del cinema mondiale e altri film più recenti di sicuro interesse.

Netflix è tra le piattaforme streaming più gettonate degli ultimi anni. La sua forza sta nelle serie TV a cui ci si affeziona, nei film che spaziano da titoli più famosi, fino alle commedie americane con happy end, mainstream ma che sono spaccati interessanti dei cambiamenti culturali. Non mancano però documentari e docufilm interessanti come diverse chicche della cinematografia mondiale.

Netflix maggio 2020

In questo maggio surreale e confuso si sopravvive tra distopia e voglia di normalità con la primavera che esplode incurante della nostra battaglia. A nessun sceneggiatore sarebbe forse venuto in mente di descrivere la situazione che stiamo vivendo così come appare. Realtà, troppo fantasiosa, per usare un ossimoro, ma anche spaventosa, tra dati Istat che danno numeri allarmanti, governi dalle direttive confuse, opposizioni demagogiche e stampa che segue l’onda del bisogno del momento in una schizofrenia di informazioni che spostano le masse.

In questo contesto i canali streaming, da PC o da smart TV,  hanno intrattenuto i tanti “detenuti” a causa di forza maggiore con programmi per tutti i gusti.

Netflix maggio 2020: i miglior film di sempre

2001: Odissea nello spazio

2001: Odissea nello spazio, (2001: A space Odyssey. Stanley Kubrick, 1968). Con Keir Dullea e Gary Lockwood, è uno dei film più importanti del cinema mondiale, uno dei capolavori di Kubrick. Ciò che attrae è la sua complessità che a 52 anni dall’uscita lo rendono ancora un film apprezzato dai cinefili e il grande capolavoro della cinematografia di fantascienza. Kubrick gira una favola apocalittica sul destino dell’umanità dai risvolti inquietanti.

Sinossi

Il film si compone di quattro quadri. Africa, quattro milioni di anni fa: un gruppo di ominidi trova un grande monolite. Gli ominidi, venendovi a contatto, imparano a usare strumenti per cacciare gli animali e per difendersi. Kubrick passa poi al 1999, che ai tempi era considerato futuro remoto. Un gruppo di astronauti americani parte per una base lunare per studiare un altro grande monolite, che portato alla luce emette un forte segale radio fino a Giove. Nel 2001 cinque astronauti sulla Discovery One vengono inviati in missione verso Giove ignari di quello che devono realmente scoprire.

HAL 9000, il computer di bordo comincia a disobbedire agli ordini. Gli astronauti durante il viaggio si trovano così a una resa dei conti tra uomo e macchina. HAL 9000 può infatti controllare il funzionamento dell’astronave, dialogare con gli astronauti. Il computer viene sottoposto a numerosi test e stranamente è in ottime condizioni di funzionamento.

A HAL 9000 è stato infatti chiesto di nascondere il reale obiettivo della missione. Il segnale radio emesso in direzione di Giove ha infatti spinto a modificare la missione, da scientifica a quella di indagine di fenomeni extraterrestri. Quando gli astronauti scoprono l’obiettivo per cui sono nello spazio il computer li ucciderà.

2001: Odissea nello spazio. Una scena

Nel finale, che ancora oggi fa discutere, l’unico astronauta che sopravvive alla cattiveria umana del computer, Bowman, vedrà se stesso con davanti a sé il monolito e rinascerà in forma di feto cosmico che scruta dallo spazio la Terra, diventando per Kubrick finalmente un essere evoluto.

Il padrino parte prima

Il Padrino parte prima è un classico della cinematografia di tutti i tempi con una prova magistrale del maturo Marlon Brando e un giovane e promettente Al Pacino. È un film del 1972, prima pellicola della trilogia omonima firmata dal regista Francis Ford Coppola e interpretata anche da James CaanRobert DuvallJohn CazaleRichard S. CastellanoGianni RussoTalia Shire e Diane Keaton. È tratto dal romanzo omonimo di Mario Puzo.

Siamo a New York nel dopoguerra, tra la fine degli anni 1940 e la prima metà degli anni 1950. Don Vito Corleone, (Brando), è il capo di una famiglia mafiosa divenuta col tempo una delle più potenti organizzazioni criminali della megalopoli. È una storia della mafia americana esportata dall’Italia. Grazie al rispetto e all’onorabilità ottenute dal patriarca e dai figli coinvolti nelle attività malavitose i Corleone sono temuti e rispettati da tutti nell’illegalità.

Don Vito rimane però vittima di un attentato da parte di un boss rivale e il figlio Michael, (Pacino), intraprende tra dubbi e perplessità, l’ascesa nell’impero criminale della famiglia, fino a diventare il nuovo padrino. Insieme agli altri due film della trilogia è considerato uno dei più grandi capolavori della storia del cinema. Nel 2008 l’American Film Institute l’ha inserito al secondo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.

Netflix propone sia Il padrino parte II (1975) che Il padrino parte III (1990)

Il padrino parte II

Il padrino parte III

Le ali della libertà

Un altro classico della cinematografia su Netflix maggio 2020 da rivedere è Le ali della libertà (The Shawshank Redemption). È un film del 1994 scritto e diretto da Frank Darabont con protagonisti Tim Robbins Morgan Freeman. La trama è tratta dal racconto di Stephen King Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank, (raccolta Stagioni diverse). L’American Film Institute lo ha inserito al settantaduesimo posto nella lista dei cento migliori film statunitensi di tutti i tempi. 

Il film è dedicato a Alan Greene agente letterario e amico del regista e sceneggiatore.

Sinossi

Maine, Stati Uniti 1947, Andy Dufrense (Tim Robbins), impiegato come vice-direttore di banca a Portland viene condannato ingiustamente a due ergastoli a causa dell’omicidio della moglie e del suo amante. Nel carcere vive la corruzione delle guardie e del direttore che abusano del loro potere. Grazie alla sua competenza diventa il protetto del direttore del carcere. Andy si dedicherà a tempo pieno alle pratiche contabili diventando di fatto complice del direttore. Fa amicizia con altri detenuti e tra questi conosce Red (Freeman), un ergastolano abilissimo nell’arte del sopravvivere con cui instaura un rapporto speciale.

Le ali della libertà: una scena

Dopo aver conosciuto bruttura, menzogna e corruzione riesce, durante un ventennio, con un martelletto procuratogli da Red a scavare nella parete della cella un cunicolo. Evade spacciandosi come il titolare del conto bancario creato per il direttore. Andy vivrà ricco e tranquillo in Messico dove lo raggiungerà Red che nel frattempo ha una riduzione di pena.

Easy rider- Libertà e paura

Per gli amanti della libertà e dell’avventura Netflix propone Easy Rider – Libertà e paura (Easy Rider). È un cult del 1969 diretto e interpretato da Dennis Hopper (Billy, Peter Fonda (Wyatt, detto “Capitan America”) e Jack Nicholson (George Hanson). Si tratta della storia di un viaggio attraverso gli Stati Uniti d’America da Los Angeles alla Louisiana di due motociclisti in totale libertà.

Considerato il film simbolo della Nuova Hollywood, nel 1998 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Nel 2008 l’American Film Institute l’ha inserito all’ottantaquattresimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.

Sinossi

Il film si inserisce nel contesto culturale del ’68 (voglia di evasione e libertà da una società medio-borghese). È considerato il road movie per antonomasia, al punto che “easy rider” è diventato un modo di dire. Il tema è quello del viaggio inteso sia nello spazio che interiore.

Dopo aver venduto una partita di cocaiana, i giovani Billy e Wyatt, sui loro choppers (motociclette degli hippy dei ’60) partono per un viaggio negli States tra marijuana, musica pop, protesta hippy, pacifismo, crisi del mito americano. Fanno molti incontri, alcuni poco piacevoli e percorrono una America tesa alla modernità ma ancora piena di pregiudizi.

Netflix maggio 2020
Easy rider: una sceana

È un film che è stato recentemente ridimensionato dalla critica, ma che ha creato una spaccatura con il vecchio cinema americano mettendo in discussione i valori superati della società borghese, ribaltati proprio dal ’68.

Dalla rassegna stampa: “Girato nel ’68 ma uscito negli Stati Uniti soltanto un anno dopo, sulla spinta della consacrazione ricevuta a Cannes, Easy Rider ha immediatamente scandalizzato Hollywood e aperto la strada ad una nuova era di registi e attori e ad un nuovo modo di fare cinema”. Mymovies.it

Quella sporca dozzina 

(The Dirty Dozen) è un cult americano contro la guerra del 1967, diretto da Robert Aldrich, con Lee MarvinErnest Borgnine e Robert Ryan. Quella Sporca Dozzina è uno film d’azione che ha molto influenzato il cinema. È un film innovativo visto che si pone il problema della retorica dell’eroe di guerra poco prima del conflitto americano in Vietnam, del 1968 e dentro una grande crisi economica. È stato uno dei più grandi incassi americani degli anni 60.

Sinossi

Sbarco in Normandia, 1943, il comando supremo dell’esercito americano affida al maggiore John Reisman l’incarico di far saltare in aria un castello, situato nella Francia occupata dai nazisti, dove si riuniscono alti ufficiali tedeschi. Il maggiore ha a sua disposizione dodici militari, condannati alla pena capitale o a trent’anni per gravissimi reati, per portare a termine la missione. I galeotti non hanno molta scelta: scontare la pena o affrontare la morte nell’assalto al castello. La missione riesce ma solo uno dei galeotti, diventati amici e compatti, si salva.

Quella sporca dozzina: una scena

È un film ironico ai tempi amato da un pubblico più giovane che si mostrò entusiasta, dove chi lotta lo fa per salvarsi la pelle e non più per amor di patria.

Netflix maggio 2020. Da Lo straniero di Orson Welles a Storia di un matrimonio

Netflix maggio 2020 propone ancora gli intramontabili: Lo straniero, A piedi nudi nel parco, Fuga di mezzanotte, Quel che resta del giornoQuei bravi ragazzi, Love story, Mean Streets, Scarface, Pulp Fiction, Le Iene, Kill bill vol I e II, Forrest Gump, Un giorno di ordinaria follia. Tra i più recenti è possibile vedere: Lei, Machester by the sea, La ballata di Buster Scruggs, Roma, Storia di un matrimonio e anche La grande scommessa e The social network e altri ancora.

Di Olimpia Tarquini

www.netflix.com

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.