MARATONA PUBBLICA. d’Elia e Maifredi invitano a raccontarsi in tempi di peste

Reading Time: 2 minutes

Corrado d’Elia e Sergio Maifredi, importanti nomi del teatro italiano, invitano a partecipare alla MARATONA PUBBLICA di Racconti in tempo di peste. I due artisti chiedono a tutti di inviare un video con la lettura di una poesia o di un brano di prosa che a cui si è legati, in occasione del 50° giorno di programmazione dell’iniziativa, che cade il 27 aprile.

La peste contemporanea, il coronavirus, è ancora tra noi, da diverso tempo e continua a mietere vittime. La salita sarà lunga e faticosa, ma ciò che conta è non perdere la speranza e rimanere resistenti con consapevolezza e capacità di analisi. Sono momenti bui per tutti ma il nemico è comune ed è paragonabile alla peste che ci colpi più volte devastando, ma che oggi si può curare.

maratona

Con l’augurio di uscire tutti uniti e più maturi da questo periodo nero come la peste, riceviamo, pubblichiamo e invitiamo alla lettura.

La redazione

Maratona pubblica di Racconti in tempo di peste di d’Elia e Maifredi

Come state? Diteci un po’ di voi!

Noi al momento bene… Pur avendo incassato il colpo della sospensione delle Stagioni Teatrali, stiamo provando a reagire e a pensare a qualcosa di nuovo. State seguendo Racconti in tempo di peste ?

Il 27 aprile il nostro progetto Racconti in tempo di peste  arriverà al 50° giorno di programmazione online sulla pagina facebook e sul nostro sito. Abbiamo superato le 140.000 visualizzazioni con i video proposti ogni giorno alle 12 in punto, raggiungendo 250.000 persone e oltre 8.000 followers. Siamo felici del vostro riscontro e proprio per questo abbiamo pensato di coinvolgervi ancora di più!

Vogliamo, per quella data, dare voce proprio a voi, alla nuova comunità di spettatori, al nuovo pubblico online. Dopo 49 giorni, 49 video, 49 contributi di artisti, scrittori, musicisti, giornalisti e professori… sarete voi i protagonisti del nostro Decameron contemporaneo.

Vi piace l’idea? Un grande racconto corale in cui sarete voi i protagonisti: leggendo una poesia o un brano di prosa che vi è caro, suonando delle note che ben descrivono la vostra vita, condividendo con noi una testimonianza artistica di reazione al tempo di peste. “Vogliamo che sia la Comunità a raccontare – dicono Corrado d’Elia e Sergio Maifredi – una Comunità è viva attraverso le storie, i miti, che condivide. Come scrive Italo Calvino: le città non sono solo scambi di merci: sono scambi di gesti, parole, emozioni, memoria, tempo, sapere“.

Modalità di partecipazione e di invio 

I contributi video dovranno essere girati con il vostro cellulare in formato orizzontale e avere una durata massima di 2 minuti.

Il video inizierà con una semplice presentazione: il vostro nome, il luogo in cui vi trovate, titolo e autore del brano che andate ad interpretare o eseguire. Esempio: “Buongiorno, mi chiamo Giuseppe, via parlo da Messina, per Racconti in tempo di peste leggerò I limoni di Eugenio Montale“.

I video dovranno essere inviati tramite WeTransfer a: compagnia@corradodelia.it

I contributi video che ci invierete saranno visionati e pubblicati sulla pagina facebook di Racconti in tempo di peste per una grande maratona pubblica il giorno lunedì 27 aprile alle ore 12.00. Aspettiamo fiduciosi di vedervi in video per continuare il preziosissimo dialogo, seppure in modo virtuale.

Intanto ci vediamo in scena tutti i giorni alle ore 12!

Corrado d’Elia e Sergio Maifredi

Guarda la presentazione di Maifredi e d’Elia >

www.ildogvillle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.