VIAGGIO IN ITALIA. Salvatores e il docufilm degli italiani a casa

Reading Time: 2 minutes

VIAGGIO IN ITALIA è il progetto tutto fatto a casa dal nostro Premio Oscar Gabriele Salvatores. Si tratta di un film collettivo che parte da un’idea del regista  in tempi di quarantena a causa della pandemia globale. 

Come ha affermato Salvatores nei giorni scorsi nelle reti nazionali: “Il film vuole essere una fotografia realistica e documentata di come vivono gli italiani nelle loro case in un periodo epocale“. L’obiettivo per il regista è di dare una testimonianza realistica per non dimenticare, visto che la memoria storica è spesso corta. Salvatores racconterà quindi la quarantena ai tempi del Coronavirus con gli occhi degli italiani e con una produzione fatta tutta a distanza e in Smart working.

Viaggio in Italia
Gabriele Salvatores

Il Premio Oscar con Mediterraneo, che parlava di soldati in “quarantena” in Grecia durante la Seconda Guerra Mondiale, chiede quindi a tutti gli italiani di utilizzare i cellulari come se fossero i suoi occhi, gli occhi di un regista, che in questo periodo di confino non può utilizzare. Viaggio in Italia non è la prima esperienza da documentarista di Salvatores. Nel 2014 il regista aveva infatti girato Italy in a day- Un giorno da Italiani. Nel docufilm gli italiani documentavano momenti a testimonianza della loro giornata, tutti nella stessa, ovvero il 26 Ottobre 2013. Le domande si Salvatores agli italiani erano: Che cosa ami? Di cosa hai paura? In cosa credi? Qual è la tua Italia?

Viaggio in Italia: il progetto

Come ha spiegato Salvadores a Viaggio in Italia già lavorano un centinaio di persone. Tutti possono partecipare inviando materiali inediti, attraverso i social e i tradizionali mezzi di comunicazione. Quindi dotandosi di un telefonino o di una telecamera, ciò che conta ed essere il più possibile realistici e sinceri.

Viaggio in Italia
Mediterraneo: una scena

I video vanno ovviamente girati secondo le disposizioni del decreto Conte, rigorosamente dentro le proprie mura domestiche. Chi vuole contribuire a un pezzo di storia testimoniata, lo può fare raccontando come trascorre il tanto tempo e cosa vede dalle proprie finestre, e quali paure e non attanagliano in una fase storica tanto pericolosa e difficile, per noi occidentali che in un secolo abbiamo creduto che i virus fossero cosa anacronistica e da film storico o addirittura distopico.  

Produzione e come partecipare

Viaggio in Italia  è prodotto da Indiana Production e Rai Cinema. Il docufilm seguirà una cronologia, cominciando dall’inizio dell’epidemia, quando si pensava che il Coronavirus riguardasse soltanto la Cina immaginandola molto lontana, fino ad arrivare a ciò che stiamo vivendo oggi e alla tanto agognata Liberazione.

Informazioni più dettagliate si come partecipare pagine Instagram  @viaggioinitaliailfilm, @rai_cinema, @theindianaway.

Di Olimpia Tarquini

www.ildogville.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.